Dodicenne tenta il suicidio in bagno, muore in ospedale

Cronaca

Dodicenne tenta il suicidio in bagno, muore in ospedale

Ha tentato il suicidio stringendosi al collo la cinta di un accappatoio ed è morto poche ore dopo in ospedale. A morire, per ragioni ancora da chiarire, un ragazzino di soli dodici anni che viveva al rione Tamburi di Taranto, a poca distanza dagli stabilimenti Ilva. Il corpo in fin di vita del bambino è stato trovato dalla madre. Sul posto sono intervenuti agenti della Questura di Taranto e personale del 118 e il sostituto procuratore presso il tribunale di Taranto Lanfranco Marazia, che dirige le indagini.

Pare che il ragazzino si sia chiuso nel bagno e abbia cercato di strozzarsi utilizzando la cinta di un accappatoio. Condotto in ospedale il dodicenne è deceduto poco dopo il ricovero. Sembra che prima di rinchiudersi in bagno il ragazzino avesse ltigato con il fratello: la polizia dovrà capire se sia stata questa la ragione che lo ha spinto a togliersi la vita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche