Dolore tatuaggio, le zone che fanno più male

Attualità

Dolore tatuaggio, le zone che fanno più male

10721231_318009358384744_191615583_n

Chiunque si è sottoposto ad un tatuaggio sa benissimo che non è proprio una passeggiata, in quanto bisogna mettere in conto un po’ di dolore (o fastidio) a seconda dei casi. Chi decide di fare il primo tatuaggio dovrebbe scegliere zone del corpo meno sensibili come la coscia, il polso e il bicipite esterno. In questi punti il dolore è meno intenso, anzi si tratta per lo più di un fastidio o di un leggero pizzicore. Se invece si sale sulla zona del petto oppure il tatoo si effettua sul ginocchio o la tibia il dolore diventa più forte ma comunque sopportabile.

Comincia a fare davvero male se si sceglie di fare il tatuaggio sulle mani, sulla zona addominale, sull’avambraccio e nella zona delle scapole. Chi non ha paura del dolore e anzi ha molta resistenza fisica può optare per un tatuaggio in zone insolite come la testa, l’inguine, il costato, i piedi, le ginocchia. Naturalmente la sensazione di dolore varia da persona a persona, ed anche in base alla durata del lavoro da svolgere. Se il tatuaggio richiede lunghe ore, la sensazione di dolore sarà più intensa e prolungata.

1 / 3
1 / 3
10721231_318009358384744_191615583_n
QUANTO-FA-MALE
Quanto-fa-male-un-tatuaggio-Ecco-la-tabella-del-dolore-638x425

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...