Domani è la Festa delle Oasi e delle Riserve Lipu

Ambiente

Domani è la Festa delle Oasi e delle Riserve Lipu

Domani, domenica 22 è di scena la Festa delle Oasi e delle Riserve Lipu: 17 siti aperti gratuitamente al pubblico dal Piemonte alla Sicilia. Visite guidate, giochi per bambini, liberazioni di animali feriti e curati nei centri della Lipu. Con lo staff e i volontari sarà un viaggio alla scoperta delle 250 specie di uccelli, dei paesaggi e della natura incontaminata delle oasi, costituite da 4.500 ettari di zone umide, coste e boschi.

PIEMONTE: Nella riserva naturale Crava Morozzo, in provincia di Cuneo, si parte la mattina con il mercatino equosolidale per poi incamminarsi in una visita guidata, mentre il pomeriggio è dedicato ai giochi nell’oasi. (Informazioni al numero 0174.587393)

LOMBARDIA: Nella riserva naturale Palude Brabbia, in provincia di Varese, alle 9,30 inizia l’escursione dal titolo ”Sulle ali dei rapaci” per osservare e distinguere i maestosi padroni del cielo, tra cui il nibbio bruno, il falco di palude e il falco pescatore.

Nel pomeriggio è la volta del laboratorio ”Vita sott’acqua” dedicato ai bambini dai sei anni in su. Si va alla ricerca di tritoni, girini e larve di libellula, catturando con il retino gli strani insetti d’acqua per poi per poi lasciarli alla loro vita negli stagni. Sempre nel pomeriggio, i più grandi possono partecipare alla ricerca delle nidificazioni di aironi cenerini e nitticore. Una torretta a due piani e un cannocchiale consentiranno di curiosare nella vita familiare di questi eleganti uccelli acquatici. (Informazioni al numero 0332-964028)

Nell’Oasi di Cesano Maderno, in provincia di Milano, la mattina si potrà assistere alla liberazioni degli animali curati nel centro di recupero fauna selvatica della Lipu, mentre il pomeriggio scorrera’ tra laboratori e giochi per bambini ed escursioni per incontrare le specie ”aliene” che popolano l’oasi. (Informazioni al numero 0362-54682) La riserva naturale Bosco Negri, in provincia di Pavia, propone un’escursione alla scoperta della biodiversità nella mattinata e una visita guidata pomeridiana per bambini in cerca di anfibi e rettili per poi realizzare un abitante dello stagno con la tecnica degli origami.

(Informazioni al numero 0382.569402) Sempre in provincia di Pavia, l’oasi Bosco del Vignolo dedica la giornata al bookcrossing, lo scambio di libri che, invece di giacere dimenticati su polverose librerie, possono tornare a prendere vita e interesse nelle mani di qualcun altro. (Informazioni al numero 347-9442440)

LIGURIA : All’oasi Arcola (la Spezia) si parte con la visita guidata alla scoperta delle erbe spontanee mangerecce per poi assistere alla liberazione di un rapace proveniente da un centro di recupero. Dopo un rinfresco vegetariano a base di erbe di campo, ne primo pomeriggio e’ la volta del birdwatching sui sentieri dell’Oasi. (Informazioni al numero 349-0956080)

VENETO: Nell’oasi Ca’ Roman (Venezia) sono previste due visite guidate, la mattina e il pomeriggio, in cui si attraversano la pineta e le dune per giungere sino alla battigia che ospita numerose specie di insetti endemici. Sara’ possibile approfondire la storia di Ca’ Roman, avvistare stormi di fringuelli, verdoni e altri piccoli uccelli impegnati, insieme a grandi rapaci, nella migrazione primaverile, e scoprire gli habitat protetti e le principali specie vegetali e animali presenti in questo lembo di terra a cavallo tra il mare Adriatico e la Laguna di Venezia. (Informazioni al numero 340-6192175)

EMILIA-ROMAGNA: Nell’oasi Celestina (Reggio Emilia) si festeggia tutto la giornata con birdwatching, attivita’ per i bambini e laboratori didattici. Guidati dall’esperto botanico Villiam Morelli, si andra’ anche alla ricerca delle tante erbe spontanee, degli alberi e degli arbusti dell’oasi, riscoprendone i segreti tra scienza e tradizioni popolari.
 (Informazioni al numero 340-6964168) Sempre in provincia di Reggio Emilia, l’oasi Bianello propone la perlustrazione dei due stagni, di Colle Lucio e di Colle Bianello, in cerca di tritoni, osservando il canneto del lago della Contessa. (Informazioni al numero 349-7116057)

TOSCANA: Nella riserva del Chiarone – Massaciuccoli, in provincia di Lucca, l’iniziativa in programma si chiama ”liberi di volare” e consiste in una gita in battello sul lago per assistere all’emozionante liberazione di rapaci e uccelli acquatici curati presso i centri di recupero della Lipu. (Informazioni al numero 0584-975567) ”La natura incontra lo spirito” e’ il tema della giornata alla riserva naturale lago di Santa Luce (Pisa). Svassi maggiori, folaghe, aironi e rondini, insieme ai grandi veleggiatori come poiane e falchi di palude sono gli uccelli da avvistare in una camminata lenta e silenziosa che si conclude all’Istituto Lama Tzong Khapa di Pomaia, un centro di studio e pratica del buddhismo tibetano. (Informazioni al numero 335-7008565).

LAZIO : Nell’oasi Castel di Guido, in provincia di Roma, la giornata inizia con una visita guidata per poi assistere alla liberazione di un rapace curato al centro recupero fauna selvatica. Nel pomeriggio i bambini possono prendere parte al laboratorio mentre i grandi si avventurano in un’escursione. (Informazioni ai numeri 06-20398555 e 06-3201912)

MOLISE : L’oasi Casacalenda, in provincia di Campobasso, celebrera’ la primavera con una serie di iniziative. L evisite guidate nel bosco si alterneranno alla liberazione dei rapaci, mentre per tutta la giornata sara’ a disposizione una mostra di artigianato locale. (Informazioni al numero 347-6255345)

PUGLIA: Visite guidate ed escursioni alla scoperta del canyon nell’oasi Gravina di Laterza, in provincia di Taranto, che ospitera’ anche il volo inaugurale di aquiloni con la premiazione dell’aquilone piu’ originale. (Informazioni al numero: 339-3311947)

SICILIA: La riserva naturale Saline di Priolo (Siracusa) mette in programma una passeggiata nel bosco delle Tamerici per il riconoscimento tramite l’osservazione e l’ascolto dei canti dei piccoli uccelli della riserva, cui seguira’ il posizionamento di nidi artificiali e una visita al mulino che per l’occasione, vento permettendo, sara’ messo in funzione. (Informazioni al numero 0931-735026)

SARDEGNA: Nell’oasi di Carloforte, in provincia di Carbonia-Iglesias, gli ospiti potranno incamminarsi, binocolo alla mano, in una visita guidata sul Sentiero Verde per avvistare gli uccelli in transito. Chi portera’ con se’ anche una macchina fotografica potra’ partecipare al concorso ”Uno scatto per l’oasi”, vedere le proprie immagini pubblicate sul web e gareggiare per il primo premio. (Informazioni al numero 338-2776

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Chiara Cichero 1240 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.