Domani festeggiamo l’Europa

Bologna

Domani festeggiamo l’Europa

Domani è lo Europe Day, una giornata dedicata alla Dichiarazione Schumann, che prende il nome dal ministro degli Affari Esteri francese che il 9 maggio del 1950 scrisse nelle prime righe della dichiarazione: “La pace mondiale non potrebbe essere salvaguardata senza iniziative creative all’altezza dei pericoli che ci minacciano”. “Mettendo in comune talune produzioni di base e istituendo una nuova Alta Autorità le cui decisioni saranno vincolanti per la Francia, la Germania e i paesi che vi aderiranno, saranno realizzate le prime fondamenta concrete di una federazione europea indispensabile alla salvaguardia della pace” (fonte: sito EUROPA).

A Milano nel 1985, nell’ambito del vertice dei capi di Stato e di governo, è stato deciso di rendere quella giornata un simbolo. Ecco le iniziative nella città di Bologna. Si inizia domattina alle 8,30 con un seminario internazionale presso la Sala Anziani di Palazzo D’Accursio “Technology Enhanced Learning in Europe: visions, roadmaps and perspectives”. L’incontro sarà in lingua inglese e il pubblico potrà accedere fino alle ore 13.

Si prosegue in musica con il concerto dei ragazzi della Fondazione Scuola di Musica “C. G. Andreoli” di Mirandola (MO) e della Scuola di Musica di Monzuno (BO): “L’Unione fa la festa”, dalle 16 nel Cortile d’Onore di Palazzo D’Accursio. Dopo aver assistito al concerto, sgranchitevi le gambe con la Camminata Transeuropea: percorrerete insieme la città di Bologna, fermandovi di tanto in tanto per assistere alle performance e per ascoltare i racconti provenienti da tutta Europa: ha pensato a tutto il Teatro dell’Argine. Si parte da Piazza XX settembre per arrivare in Via Fioravanti, 24. Per recuperare le energie, aperitivo alle 20 all’Istituto Storico Parri (in Via Sant’Isaia, 20): si parlerà di comunicazione della memoria nei Paesi dell’Unione Europea, per vedere meglio e capire come le storie dei paesi europei sono raccontate in tv e nel web, un’occasione preziosa per indagare le diverse prospettive di rappresentazione di un paese attraverso gli occhi di un mezzo di comunicazione; chissà che non possa diventare l’occasione per un dibattito interessante su quanto i mezzi e quanto il modo di comunicare la storia incida sulla storia stessa.

Per chi invece volesse andare al cinema, alle 20 verrà proiettato al Lumière Le Nevi del Kilimangiaro, di Robert Guédiguian (Francia, 2011), ispirato al romanzo di Victor Hugo, Les Pauvres Gens (La povera gente), il film tratta del tema del lavoro, immancabile argomento nell’agenda di una giornata dedicata all’Europa, alla sua storia e alla sua condizione presente.

Le iniziative in programma per la giornata di domani, rientrano nell’ambito degli “Europeandays”, giornate dedicate alla celebrazione dell’Unione. La città di Bologna fino al 31 maggio prevede iniziative e incontri nella rassegna “Conversazioni d’Europa 2012”.

Cecilia Cruccolini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...