Don Mazzoleni, il prete no tax: i cittadini italiani non devono pagare le tasse imposte dal governo Monti COMMENTA  

Don Mazzoleni, il prete no tax: i cittadini italiani non devono pagare le tasse imposte dal governo Monti COMMENTA  

20120428-112511.jpg

Villasanta (Monza) – Spunta fuori il prete «No Tax». Don Ferdinando Mazzoleni, nel bollettino della sua parrocchia, scrive una sorta di editoriale nel quale si scaglia contro il Governo Monti “Avessero messo al posto di Mario Monti un ragioniere avrebbe fatto meglio“, – dice a un cronista di Repubblica – secondo il parroco le tasse introdotte da questo esecutivo non andrebbero pagate perché, colpiscono le fasce più deboli lasciando intatti i privilegi di chi ne gode da sempre (a proposito il parroco nulla dice sui privilegi fiscali della Chiesa, semplice dimenticanza?) . Don Mazzoleni dice di non aver fiducia in un uomo che viene dal mondo bancario.

Cosa pensa, invece, dello Ior, con un patrimonio stimato, al 2008, pari a 5 miliardi, non è dato saperlo. Certo, parte del discorso del parroco è condivisibile, tutti vorrebbero veder colpiti i furbi.

Tutti vorrebbero una pressione fiscale di minor entità. Sono cose scontate che può dire chiunque. Ha ragione da vendere don Mazzoleni quando, dice che “la realtà è fatta di gente normale che non arriva alla fine del mese”. E se commenta così Bagnasco quando, asserisce che le tasse vanno pagate (dalla gente ovviamente), rispondendogli indirettamente “Faccia un giro tra quelli che non riescono a mettere insieme il pranzo e la cena, poi ne riparliamo“, al tempo stesso il parroco, dimentica di guardare in casa propria con tutti i privilegi e le ricchezze accumulate dai suoi capi, ossia le alte sfere vaticane.

Ci aspettiamo, la prossima molta, maggior coraggio da parte di don Mazzoleni nel denunciare ingiustizie e privilegi, quelli di tutti, non solo di una parte.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*