Donadi rottama Di Pietro: è come Berlusconi COMMENTA  

Donadi rottama Di Pietro: è come Berlusconi COMMENTA  

20121102-134530.jpg

Resa dei conti nell’Idv. Il fondatore del partito Antonio Di Pietro è isolato. Donadi e gli altri preparano la successione all’ex magistrato, colpevole di aver decretato la fine dell’Idv.

Una fine cui Donati e gli altri non accettano. Non solo questi i motivi dei malumori che da tempo covavano in seno al partito. Fortemente criticato da Donadi le mosse degli ultimi mesi di Di Pietro, a cominciare della rottura dell’alleanza con il Centrosinistra per inseguire Grillo e il suo modo di fare politica, senza dimenticare gli attacchi a Napolitano.

Parla a ruota libera Donadi ai microfoni di Tgcom24, va giù pesante quando di Di Pietro dice “è un leader che non è più utile al suo Paese”. Donadi conclude:

Alfano sta dimostrando che esiste un Pdl senza Berlusconi, così come la Lega senza Bossi.

Se l’Idv avrà la forza potrà continuare a esistere senza Di Pietro ed evitare di scendere in piazza a gridare con Grillo. I nomi del futuro? Io sono un parafulmine quindi no.

L'articolo prosegue subito dopo

Escluderei tutti quelli che parlano di morte dell’Idv

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*