Donna fugge dallo Swaziland e dall’harem di un re COMMENTA  

Donna fugge dallo Swaziland e dall’harem di un re COMMENTA  

E’ fuggita dallo Swaziland per non diventare la 13esima moglie dell’harem di un re. Lei si chiama Tintswalo Ngobeni, ha 22 anni e ha chiesto per la seconda volta asilo al Regno Unito, dove vive sin da piccola, per non essere sposata da re Mswati III del piccolo regno nel sud dell’Africa.

La giovane è stata notata dal sovrano quando aveva soli 15 anni: già allora il re le chiese di diventare la sua sposa. “Non avevo scelta – ha raccontato la ragazza – nessuno ha mai respinto il sovrano o gli ha disobbedito, cosi’ sono scomparsa”. E’ così fuggita in Inghilterra, stabilendosi a Birmingham e nel 2007 ha fatto domanda di asilo ricevendo, nel 2011, risposta negativa delle autorità.

Il mese scorso è stata arrestata e portata nel centro di detenzione per immigrati, rilasciata solo grazie all’intervento del sindacato Tuc e di un deputato laburista.

Tintswalo ha reso nota la sua storia e ora sta cercando di ottenere nuovamente l’asilo poichè se dovesse tornare in patria, ha detto che sarà “arrestata o ancora peggio torturata e uccisa”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*