Dopo piazza Duomo il clima politico muta COMMENTA  

Dopo piazza Duomo il clima politico muta COMMENTA  

L’aggressione subita dal Premier in Piazza Duomo ben al di là ed anzi contro le intenzioni dell’aggressore e forse anche dell’aggredito , ha segnato una svolta decisa nel clima politico veemente ed avvelenato, di gran parte del 2009.

Ed infatti il Premier, dichiaratamente scioccato da un atto ostile che si è estrinsecato in una violenza fisica, dolorosa e pericolosa, non solo ha espresso il suo umano perdono, dopo qualche giorno al Tartaglia ma ha spento i toni di una difesa-attacco verso i suoi aggressori ed ha lanciato messaggi di amore per la verità piuttosto toccanti ed apparentemente sinceri.

Anche gli schieramenti opposti, con qualche eccezione ( Di Pietro, Bindi, Ferrero ed altri delle gruppi estremi) hanno dimostrato, sia pure mettendo dei paletti comprensibili rispetto alle leggi cosiddette ad personam, una positiva disponibilità al dialogo per avviare finalmente una stagione di riforme istituzionali che consenta di aggiornare quella parte di costituzione che mostra i segni del tempo.

In questo quadro la notizia diffusa della preparazione da parte del PDL di bozzetti o di manifesti con il volto insanguinato di Berlusconi, offre motivi di riflessione.

L'articolo prosegue subito dopo

In buona sostanza ed in sintesi: se con queste foto e questi manifesti, ammessi che poi vengano stampati e fatti affiggere, si vuole lanciare un monito contro la violenza e la campagna di odio di cui il Premier è stato oggetto nei mesi scorsi e si vuole lanciare l’appello a sentimenti di amore e di rispetto delle persone e delle idee altrui , ben vengano messaggi, manifesti o quant’altro. Se invece si vuole fare una spicciola campagna di marketing utilizzando il volto sofferente di Berlusconi ,l’iniziativa avrà effetti controproducenti e vanificherà il momentaneo clima di distensione che lo sciagurato episodio di Milano involontariamente ha determinato nel paese. Rimane comunque lo sconcerto generale per il fiorire nei social network di messaggi che esaltano il gesto di Tartaglia ed anche il gesto della donna svizzera che ha aggredito il Papa e di coloro che plaudono al pacco bomba nell’ aeroporto milanese. …continua.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*