Dopo quanto tempo passa la tonsillite?

News

Dopo quanto tempo passa la tonsillite?

Quando arriva la stagione autunnale e subito dopo quella invernale, è possibile incorrere con frequenza in malanni di stagione, come febbre, tonsillite, bronchite. Un semplice raffreddore spesso, se non curato nel modo giusto, è possibile che degeneri in febbre con annesse complicanze più difficilmente da gestire e curare in seguito. La natura dell’influenza, di solito, si distingue in batterica e virale. L’influenza di natura batterica è curabile con antibiotico, contrariamente all’influenza di natura virale che non può essere curata direttamente con l’antibiotico ma è possibile trattare i sintomi che ne derivano.

Tonsillite batterica e virale

Nel caso della tonsillite è possibile che abbia una natura batterica o una natura virale. Nel caso in cui sia di natura virale bisogna far reagire il corpo senza l’aiuto dell’antibiotico in quanto inutile per questa natura e trattare i sintomi come mal di gola e febbre in modo da alleviare il mal di gola e far diminuire la febbre.

Le tonsille sono aree circolari di tessuto linfoide, situate su ciascun lato dell gola (faringe). Fanno parte del sistema immunitario del corpo, ma spesso negli adulti sono atrofizzate e ridotte. Le tonsille possono essere infettate da virus e batteri, con conseguente tonsillite.

Sintomi. La tonsillite provoca gola arrossata e irritata con forte dolore, tonsille gonfie rivestite da escrescenze di pus e conseguente febbre, mal di testa, gonfiore delle ghiandole linfonoidali della mascella e del collo, laringite (più comunemente definita raucedine) e difficoltà di deglutizione.

Tonsillite virale. Molte infezioni virali possono causare tonsillite, tra cui mononucleosi, virus di Epstein-Barr, influenza, croup, laringite ed herpes simplex, con le più diverse forme di comparsa. Tuttavia, la maggior parte delle tonsilliti guarisce nel giro di 2 o 5 giorni.

Tonsillite batterica. La tonsillite batterica, di solito “Streptococco A” ( mal di gola), permette che la malattia duri dai 2 ai 7 giorni e che la maggior parte dei sintomi scompaia entro circa 5 giorni, con la conseguenza che anche le tonsille possano rimanere gonfie per 3 o 4 settimane.

Contagio.

Sia i virus che i batteri che causano tonsillite si trasmettono attraverso il contatto con i fluidi corporei, come le goccioline di tosse di una persona vicina o il naso che cola.

Precauzioni. Una volta infettati, si può diffondere l’infezione alle cose che si toccano e soprattutto alle persone vicine, quindi bisogna lavarsi spesso le mani per limitare quanto più possibile la diffusione del virus o batterio e coprire la bocca con una mano o un fazzoletto quando si tossisce o starnutisce.

Cura. Le infezioni virali hanno bisogno solo di un trattamento di supporto (liquidi, acetaminofene), mentre le infezioni batteriche richiedono antibiotici. Una volta stabilita la natura della tonsillite è bene procedere con cure mirate. Rivolgersi al proprio medico di base o nei casi più acuti a uno specialista, aiuta a stabilire per tempo la natura dell’infiammazione e a curarla nel modo più consono in modo da evitare l’assunzione di farmaci inutili per la cura della tonsillite.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche