Dormire…non è pigrizia, è genetica

Wellness

Dormire…non è pigrizia, è genetica

Alcune persone ne preferiscono 5. Altre da 9 a 10 piene. Einstein ne aveva bisogno 11 di fila. Di cosa si parla…? Delle ore di sonno naturalmente. Uno studio su 10.000 persone indotto dall’Università di Edimburgo e dalla Ludwig Maximilians University di Monaco, ha mostato che la durata del sonno di un individuo è ereditaria, e molta gente ha bisogno di una scusa plausibile per i ritardi a lavoro del mattino.

Il sonno è definito come uno stato di riposo contapposto alla veglia. Ma come la veglia, il sonno è un processo fisiologico attivo che coinvolge il sistema nervoso centarle. A parte tutte le teorie, come il recupero e il ristoro, la conservazione dell’energia e quella della fissazione della memoria, quella del fattore ereditario è sicuramente una buona notizia.

Quindi, la prossima volta che vi chiamano dormiglioni dite loro che non è colpa vostra… siete solo soggiogati dal vostro destino genetico, ( anche se pigiamoni di lana e calzoni pesanti fanno la loro parte!).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche