Dove indossare il piercing COMMENTA  

Dove indossare il piercing COMMENTA  

piercing

L’uso di praticare dei piercing sul corpo è molto antica: infatti parecchie civiltà usavano forare parti del loro corpo per lo più a scopo rituale o religioso. Oggi lo si fa prevalentemente per moda, o per estetica, e in alcuni casi come un modo per manifestare il proprio anticonformismo.

Leggi anche: Come proteggere i bambini dai colpi di calore


Il piercing consiste nel forare una porzione di pelle al fine di inserirvi un orecchino o un gioiello che può essere metallico, o di legno. I più diffusi sono quelli che si praticano sul viso, e soprattutto sul lobo delle orecchie, sulle sopracciglia o alle labbra.

Leggi anche: Ipotermia, come intervenire

A volte si possono applicare anche alla lingua o alle guance.

Altre parti del corpo in cui si possono indossare i piercing sono l’ombelico, particolarmente prediletto dalle donne, e i capezzoli, tanto maschili che femminili.

C’è chi si fa praticare dei piercing anche sugli organi genitali: sullo scroto  nel caso degli uomini, e sulle piccoli o grandi labbra nel caso delle donne.

Leggi anche

bootloader
Guide

Come sbloccare bootloader Android

Strumento di sicurezza, ma anche freno alla creatività e limite alle necessità dei singoli utenti: signore e signori, il bootloader (e come sbloccarlo). Che cos'è un bootloader? Il termine in questione sta diventando familiare soprattutto tra gli utenti di smartphone, in particolare quelli che montano un sistema operativo Android, semplicemente perché è quello più "conveniente" da sbloccare, soprattutto per le possibilità che tale sistema operativo fornisce nell'ambito della personalizzazione del proprio dispositivo per mezzo dell'installazione di programmi non autorizzati. In realtà, ogni dispositivo che funziona grazie all'interfaccia fornita da un sistema operativo - quindi anche un comune PC - dispone Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*