Droga in Senato: arrestato il direttore delle Poste COMMENTA  

Droga in Senato: arrestato il direttore delle Poste COMMENTA  

 

In barba al test antidroga da effettuare ai parlamentari, organizzato da Carlo Giovanardi nel 2007, ieri proprio la roccaforte della “legalità” è stata violata dall’intervento dei Carabinieri, i quali hanno trovato all’interno di Piazza Madama, un efficiente punto di spaccio di sostanze stupefacenti.


La mente del giro era il direttore delle Poste del Senato, Orlando Ranaldi arrestato per traffico di cocaina e peculato, considerato altresì il braccio destro di un boss albanese che procurava la droga nella zona di Valmontone, a sud della capitale.


Insieme al direttore sono stati arrestati anche un vigile urbano ed un autista Cotral, la linea regionale laziale.

Sebbene Ranaldi conosca piuttosto bene parecchi parlamentari, il Senato ha provveduto immediatamente a diffondere una nota che recita a proposito dell’uomo: è dipendente di Poste italiane e non del Senato della Repubblica.

Il Senato si limita a conceder in uso propri locali a Poste Italia che gestisce autonomamente l’agenzia e le risorse umane ivi impiegate, così come ha indicato nel 2007 il nominativo del direttore dell’ufficio postale scegliendolo tra il proprio personale”
considerato quello l’operato di chi ci governa tocca chiedersi se i rapporti con Ranaldi siano stati davvero così distanti, ma questa è una battuta!

Leggi anche

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*