Drone quadricottero: i migliori modelli

Tecnologia

Drone quadricottero: i migliori modelli

drone

Siete alla ricerca di un drone quadricottero, per lavoro o per svago? Ecco dieci modelli da prendere in seria considerazione per un eventuale acquisto.

L’era del drone

Abbiamo già avuto modo, nel recente passato, di occuparci di droni. In particolare, ci siamo occupati di come filmare con tali strumenti, offrendo uno sguardo panoramico proprio su una delle attività precipue legate all’utilizzo del drone (la realizzazione di immagini televisive o cinematografiche, per l’appunto). L’altra, forza e resistenza del modello di drone prescelto permettendo, è il trasporto di piccole – o neanche tanto piccole – merci (citofonare Amazon per maggiori informazioni). Insomma, piccolo o grande che sia, forte o debole che si riveli, il drone promette di rivoluzionare non solo l’industria bellica e le strategie di combattimento sul campo, ma anche la vita domestica e il trasporto merci. Come riuscirà a ottenere ciò, è un dettaglio inscritto di default nella natura stessa di questo apparecchio, che assicura una serie di servizi facilmente ottenibili senza particolari controindicazioni.

Drone quadricottero: caratteristiche

Tra i vari modelli di drone, il quadricottero, ovvero quello dotato di quattro eliche, è forse la tipologia di macchine appartenenti a tale famiglia più versatile, e al tempo stesso la più adatta a un utilizzo domestico.

Per imparare a pilotarne uno, non serve una preparazione specifica, anche se le leggi di quasi tutti i paesi del mondo la impongono come obbligatoria. Ad ogni modo, serve davvero poca pratica per prenderci confidenza, e questo aspetto, unito alla capacità di mantenere l’assetto anche in condizioni di difficoltà, rendono il drone quadricottero un apparecchio utile per quasi ogni compito. Pertanto, nelle righe che seguono indicheremo i dieci migliori modelli di drone quadricottero tra quelli attualmente presenti sul mercato.

– KYG UFO Quadcopter LED

Inauguriamo la nostra galleria con un drone dal costo estremamente contenuto, e dalla portata altrettanto ridotta, ma ottimo se rifornito di GoPro e impiegato per riprese aeree. Il giroscopio di precisione che ne governa l’assetto fornisce una formidabile stabilità, ed eliche sufficientemente grandi da garantire una notevole potenza di volo sia in verticale che in orizzontale. La scheda tecnica parla di una funzione One Key che facilita in qualche modo il ritorno alla base.

Non sappiamo se essa funzioni effettivamente, in compenso possiamo garantirvi che il radiocomando è semplice e intuitivo, e in più garantisce una portata niente affatto trascurabile. Insomma, detta in tre parole: è un affare.

– GPTOYS Black Aviax

L’azienda è un colosso delle apparecchiature radiocomandate, con sede a Hong Kong ma che esporta in tutto il mondo e ha divisioni locali praticamente in tutti i continenti. Nella fattispecie, di questo marchio proponiamo un drone quadricottero dalla linea super-aerodinamica, costituito da sei assi e quattro eliche capaci di sprigionare una ragguardevole forza di rotazione. Ne consegue che il suo principale punto di forza risiede nel combinato disposto tra velocità e accelerazione. Ideale per microtrasporti, dispone di una telecamera incorporata per monitorarne al meglio gli spostamenti. Il sistema di illuminazione a flash completa degnamente il corredo tecnologico.

– Eachine E010

Piccolo ed economico, si distingue per i colori sgargianti – al nero come dominante della scocca si abbinano un verde fosforescente oppure un rosso acceso delle eliche, di buona parte del corpo centrale e dei comandi mobili (leggi: pulsanti e pad) del controller remoto.

È un apparecchio piccolo e con scarsa autonomia (distanza di volo di massimo 30 metri, giroscopio che necessita di una costante ritaratura, autonomia ridotta a non più di cinque minuti), forse più adatto al gioco, o comunque allo svago, che non al lavoro, si riscatta grazie all’aspetto giovanile, per non dire infantile. Per far acclimatare un neofita con il funzionamento di un drone, o per estensione alla pratica del modellismo.

– Syma X5SW 4CH

Dal bel colorito latteo – che può ingenerare confusione nel momento in cui l’apparecchio si è librato in volo, soprattutto in presenza di nubi -, questo prodotto di fascia media vanta tra i suoi punti di forza una portata di carico più che considerevole e un’ottima videocamera per il controllo remoto. Ottima la connettività tramite wi-fi. La casa produttrice è un’azienda proveniente dalla Cina, con sede a Guangdong, specializzata nella produzione di droni, sia per uso professionale che a destinazione ludica: la perizia nelle tecniche costruttive si nota nell’aerodinamica e nelle prestazioni.

– Goolsky MJX X101

Prodotto semiprofessionale a costo relativamente contenuto, realizzato da un’azienda statunitense specializzata in nella produzione di droni e oggetti comandati a distanza.

Ha una notevole capacità di carico e una bella videocamera in alta definizione per apprezzare al meglio le evoluzioni e i voli librati della macchina. Il radiocomando ha un gran numero di funzioni, ma è un po’ difficile da apprendere a controllare. Anche questo apparecchio ha un piccolo vulnus nel total white della scocca, che lo induce a mimetizzarsi tra le nuvole.

– Syma X5UW FPV

Di un bel colore rosso acceso con eliche e finiture bianche (il radiocomando invece è cromaticamente al contrario: bianco con finiture rosse), questo drone di fascia medio-bassa utile soprattutto per riprese aeree, dove offre il meglio della sua tecnologia in termini di aerodinamica e al tempo stesso di potenzialità della videocamera. Strumento adattissimo per piccole troupe cinematografiche o per reportage giornalistici e/o naturalistici.

– Aukey Mini Drone UA-P01

Il grande mistero di questo drone sono le eliche bicolori: perché due grigie e due verdi? Al di là delle speciose questioni cromatiche (a proposito: la scocca del corpo macchina è di un nero lucido), ci troviamo di fronte a un buon prodotto per principianti, utile soprattutto per prendere confidenza con il mezzo in vista di un acquisto più impegnativo.

Niente di più logico, dal momento che il prezzo è assolutamente contenuto.

– Syma X8HG

Drone semiprofessionale di classe medio-alta, che rappresenta un po’ l’evoluzione del summenzionato X5UW FPV, sin dal colore rosso accesso. Bellissima fotocamera da 8 megapixel, che garantisce immagini in alta definizione, nitide e risolute anche in presenza di movimenti vorticosi. Anche questo apparecchio si caratterizza per un’attitudine estremamente spiccata nei confronti dei servizi giornalistici o nelle riprese cinematografiche e televisive.

– XciteRC 15003990

In questo caso ci troviamo al cospetto di un drone pienamente professionale, dal costo sostenuto ma dalle prestazioni di livello non meno alto. Sottile, leggerissimo (meno di 500 grammi) e al tempo stesso potente, dotato di un controller semplice e intuitivo, ha la sua forza principale nella versatilità: infatti, funziona in maniera egregia sia nel trasporto di piccoli carichi sia come supporto di una videocamera dalle prestazioni elevate. Insomma, il costo presuppone un investimento serio, ma date le prestazioni è ampiamente giustificato.

– 3DR Solo Aerial Drone

Una piccola macchina da guerra tanto leggera quanto potente, capace di prestazioni in volo che pochi apparecchi, anche appartenenti a una fascia alta di prezzo, sono in grado di raggiungere. Non ha una videocamera incorporata, ma possiede un vano per l’alloggiamento di una GoPro. Tutti gli sforzi dei costruttori – la 3D Robotics è stata fondata negli Stati Uniti nel 2009, ed è specializzata nella produzione di droni ad altissime prestazioni, sia per quanto riguarda la velocità che per ciò che concerne la resistenza – sono finalizzati alla definizione di un apparecchio che sia al tempo stesso, veloce, potente, resistente, governabile anche da lunghe distanze e capace di evoluzioni molto complesse senza compromettere l’assetto. Missione – almeno in questo caso – pienamente riuscita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche