Due suore bloccate in un ascensore per 3 giorni COMMENTA  

Due suore bloccate in un ascensore per 3 giorni COMMENTA  

Roma – Due suore rimaste chiuse venerdì scorso nell’ascensore bloccato dell’istituto religioso Marista di via Aurelia 292 sono state soccorse stamattina dai carabinieri.

I carabinieri della Stazione San Pietro sono stati chiamati da una donna delle pulizie che, preoccupata per non aver ricevuto risposta al citofono, ha chiamato il 112.

Leggi anche: Black out a Milano per colpa dell’afa


I militari sul posto hanno sentito delle voci gridare aiuto provenire dal vano ascensore del convento che ospita saltuariamente delle suore in missione a Roma ed hanno allora prontamente liberato le due suore sbloccando l’ascensore dalla cabina manutenzione.


La brutta avventura è toccata ad un’irlandese di 58 anni e ad una neozelandese di 68 anni che sono vive per miracolo. Entrambe, infatti, sono state trovate in stato di disidratazione e trasferite al pronto soccorso dell’ospedale San Carlo di Nancy.


Le due donne hanno raccontato di essere rimaste bloccate in ascensore da venerdì pomeriggio e di aver chiesto inutilmente aiuto poiché la palazzina era vuota.

Leggi anche

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum
Attualità

Maria Elena Boschi piange per la sconfitta al Referendum

Nel cuore della notte Maria Elena Boschi scoppia a piangere. E piange per l'esito del referendum costituzionale. Maria Elena Boschi (Montevarchi, 24 gennaio 1981) è una politica italiana, il Ministro senza portafoglio per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento con delega all'attuazione del Programma di Governo nel Governo Renzi dal 22 febbraio 2014. Due lacrime scivolano sulle sue guance rosa facendo colare anche un po’ di rimmel. Piange in un comprensibile miscuglio di rabbia e delusione. Ecco, l’incredulità. Appena due anni fa, negli indici di gradimento, Maria Elena Boschi era il ministro più popolare del Paese: la madrina di ogni riforma compresa quella più importante, quella della Costituzione, e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*