Due volontarie britanniche sfregiate con acido a Zanzibar COMMENTA  

Due volontarie britanniche sfregiate con acido a Zanzibar COMMENTA  

 

Sono state colpite al torace e alle mani, poi gli hanno gettato acido sul volto per sfregiarle. È accaduto a due ragazze, di 18 anni, volontarie britanniche a Zanzibar. Ignoti gli assalitori.  

Un portavoce della polizia dell’arcipelago africano, Mkadam Khamis, ha spiegato che è in corso una “caccia all’uomo” per catturare gli aggressori.


Le vittime lavorano come operatrici umanitarie per un ente assistenziale.

Mentre camminavano per strada a Stone Town, sono state avvicinate da due individui a bordo di un ciclomotore, che le hanno colpite anche al torace e alle mani.


Le due ragazze non sono state giudicate dai medici tali da poterne mettere in pericolo la vita, tuttavia l’entità delle lesioni ha fatto sì che le due giovani siano state trasferite a Dar-es-Salaam, ex capitale e città principale della Tanzania di cui l’isola fa parte, per le cure del caso.


Khamis ha chiesto “l’assistenza dell’opinione pubblica per identificare i responsabili”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*