Duecento anni di Charles Dickens

Libri

Duecento anni di Charles Dickens

Londra – Si respira clima di festa, in questi giorni, a Londra; ci troviamo infatti in corrispondenza del duecentesimo anniversario della nascita di Charles Dickens, (Portsmouth, 7 Febbraio 1812), autore britannico, da molti reputato come una delle penne più geniali dell’epoca vittoriana e autore di indiscussi romanzi quali “David Copperfield”, “Racconti di Natale”, “Il Circolo di Pickwick” o “Oliver Twist”.

I festeggiamenti

A Portsmouth, città natale di Dickens, è stata organizzata una spettacolare parata. Tuttavia è a Londra che i festeggiamenti si sono protratti con maggiore intensità, e il comune ha anche pensato a una nuova lapide per la sua tomba, al cimitero di Westminster Abbey. All’evento hanno preso parte letterati e altre personalità di prima grandezza quali il principe Carlo, accompagnato dalla moglie Camilla e l’attore Ralph Fiennes che, neanche a dirlo, sarà presto impegnato nella recita di un nuovo film tratto dal romanzo di Dickens “Grandi speranze”. I festeggiamenti continueranno anche nella giornata odierna con rassegne letterarie e discussioni a tema sulle sue opere.

L’autore e il suo tempo

Il titolo di autore sociale calza a pennello con una personalità come la sua.

Le sue opere, quasi tutti ambientate nella cupa Londra da lui descritta con un’impressionante dovizia di particolari, non solo danno prova del suo animo indagatore, ma costituiscono altresì un affidabile resoconto della situazione socio-economica inglese dell’epoca vittoriana, partendo dalla miseria delle classi povere sino a raggiungere l’ipocrisia della nobiltà e dell’alta borghesia. Segno inequivocabile di un autore che, meglio di chiunque altro, ha rappresentato meravigliosamente il suo tempo.

Filippo Munaro

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche