E’ aperta la caccia al Bosone di Higgs con Collider! COMMENTA  

E’ aperta la caccia al Bosone di Higgs con Collider! COMMENTA  

testataCollider è un’applicazione mobile che consente di visualizzare in diretta le collisioni di particelle registrate dal rilevatore ATLAS situato nel LHC del CERN, di scoprire come identificare le diverse particelle in base alle loro caratteristiche e cercare di trovare il famoso bosone di Higgs, la particella scoperta nel luglio 2012 che permette di spiegare come si produce la massa.

L’applicazione è disponibile per Android e per iOS, su telefoni o tablet di almeno 64 MB di Ram e che supporti il sistema OpenGL ES 1.0. . E’ stata ideata da fisici dell’Università di Oxford, e finanziata dalla STFC – Science and Technology Facilities Council, ed è adatta a tutte le età.

Il LHC – Large Hadron Collider è il più grande acceleratore di particelle esistente, situato presso il CERN di Ginevra, ed utilizzato per le ricerche sperimentali nel campo della fisica delle particelle. E’ costruito all’interno di un tunnel sotterraneo di circa 27 km , al confine tra Francia e Svizzera, e a circa 100 mt di profondità, con 4 slargamenti contenenti delle stazioni sperimentali. Può accelerare protoni e ioni pesanti fin quasi alla velocità della luce, suddivisi in due fasci di verso opposto all’interno di tubi sottovuoto, che si scontrano in 4 punti diversi, corrispondenti alle 4 stazioni sperimentali per l’osservazione: lo scorso luglio 2012, l’ATLAS – A Toroidal LHC ApparatuS, una delle stazioni sperimentali con la funzione di rilevare le particelle , ha evidenziato la presenza del famoso Bosone di Higgs.

Attraverso Collider è possibile visualizzare le collisioni registrate da ATLAS  tramite cinque giochi didattici, che permettono di imparare a distinguere le seguenti particelle (elettroni, muoni, tau, neutrino elettrone, neutrino muone, neutrino tau, i quarks, i bosoni) e le antiparticelle (per i dettagli clicca qui). Nella sezione aiuto è possibile visualizzare i comportamenti di ciascuna particella, da diverse prospettive di visuale, con o senza macchinari.

L'articolo prosegue subito dopo

Per maggiori informazioni visita collider.physics.ox.ac.uk

elettrone jet layers muone neutrino

Leggi anche

matteo achilli
Tecnologia

Intervista a Matteo Achilli: Egomnia, startup e dubbi

Matteo Achilli è un imprenditore italiano di 25 anni che nel 2012 ha fondato Egomnia, una piattaforma per chi cerca e offre lavoro. Appena ventenne, si è conquistato la copertina di Panorama Economy, che lo ha battezzato l’ “Italian Zuckerberg”. A distanza di 5 anni la società non decolla, le polemiche invece spiccano il volo. Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*