E’ boom dell’e-commerce in Cina mentre Walmart sbarca a Pechino COMMENTA  

E’ boom dell’e-commerce in Cina mentre Walmart sbarca a Pechino COMMENTA  


Walmart, la più grande multinazionale americana della grande distriuzione, è sbarcata in Cina acquistando la maggioranza di un negozio di elettronica e alimenti che opera su internet, la YiHaoDian, che consegna i prodotti comprati entro la giornata o in 48 ore, a Pechino e in altre città della costa. Recentemente ha inaugurato un negozio virtuale presso la metropolitana di Pechino esponendo cartelloni e manifesti che rappresentano la merce in vendita, gli acquirenti fotografano il codice QR e lo inviano con lo smartphone pagandolo, poi, online.

L’e-commerce è in crescita esponenziale in Cina, ne sono esempi il successo di Taobao che a fine 2011 possedeva 370 milioni di utenti registrati, un numero superiore alla popolazione degli Stati Uniti. È un centro commerciale simile a eBay.

Poi c’è 360buy.com che vende soprattutto elettronica di consumo. È sostenuto da investimenti di Dst, un gruppo russo con quote in aziende di primo piano su internet, come Facebook e Zynga. Dangdang, invece, vende libri ae hardware elettronico e due anni fa è arrivato alla Borsa di New York.

Si prevede che ogni anno circa 30 milioni di cinesi effettueranno per le prima volta acquisti sul web, inoltre entro tre anni la loro spesa pro capite si avvicinerà ai mille dollari, l’equivalente attuale degli acquisti online negli Stati Uniti.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*