E’ gay e non può donare il sangue

Attualità

E’ gay e non può donare il sangue

Per donare il sangue bisogna attenersi a uno scrupoloso iter che prevede anche un colloquio con un medico per indagare sui precedenti rapporti sessuali a rischio e sulla possibilità di aver contratto una qualche malattia nei sei mesi precedenti. Il famoso ‘periodo finestra’ per intenderci. E’ successo però al Policlinico’Umberto I di Roma, lo scorso lunedì, che un desiderio di donare sia stato spezzato da un conflitto d’intenzioni. Il donatore è gay e ha un compagno da cinque mesi. Le relazioni dovrebbero essere superiori ai quattro mesi, ma lo considerano comunque ‘a rischio’. Il fondamentale colloquio avrà evidenziato qualche altro intoppo, ma il donatore adesso si sente discriminato. A chi credere al donatore gay, ovvero che nel 2012 ancora si faccia differenza tra un donatore omo e uno etero, oppure che veramente ci sia stato qualche altro problema per consentire un prelievo di sangue sicuro?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Paolucci 2642 Articoli
Andrea Paolucci è l'autore di WUH! - Gorilla Sapiens Edizioni http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/wuh
Contact: