E’ l’Isola dei ritiri: caos in Honduras

Gossip e TV

E’ l’Isola dei ritiri: caos in Honduras

Sarà forse perché dovrebbe trattarsi dell’ultima edizione ma dopo appena due puntate l’Isola dei Famosi 9 è già al punto di non ritorno. Non dal punto di vista degli ascolti, soddisfacenti seppur in leggero calo dopo la seconda puntata (3.242.000 con 12, 67% di share) dopo la “curiosità” del debutto, quanto per l’ecatombe di partecipanti cui si sta assistendo. E non per motivi fisici, come successo in diverse occasioni nelle precedenti edizioni, bensì a causa di veri e propri ammutinamenti dei concorrenti, ben lontani evidentemente dal meritarsi il titolo di highlanders o di concorrenti dei concorrenti nella storia di uno dei reality più amati. Rossano Rubicondi, Den Harrow e Cristiano Malgioglio hanno infatti abbandonato il gioco al termine del live della seconda puntata che ha visto l’eliminazione al televoto di Arianna David che ha avuto la peggio su Alessandro Cecchi Paone: ma la Miss Italia 1993 non è ancora fuori dal gioco visto che i cinque Eletti hanno deciso di darle un’altra possibilità.

Ma tra regole viste e riviste (di fatto non c’è stato ancora un eliminato) ed insulti a raffica, sta succedendo davvero di tutto.

Il motivo di tanta tensione? Sdegno nei confronti di altri concorrenti: Valeria Marini nel primo caso, Mariani Apicella negli altri due. E nell’occhio del ciclone, o meglio dei ritirandi, finisce pure Nicola Savino, ovvero il conduttore cui è toccato l’arduo compito di sostituire Simona Ventura. Il popolare presentatore di Deejay chiama Italia è stato attaccato duramente da Malgioglio: “Caro Nicola, lascio l’Isola questa sera stessa perché mi hai deluso: Simona sì che sapeva proteggere i suoi concorrenti, tu invece ami solo il trash”. Accuse pesantissime che hanno colto di sorpresa ed amareggiato Savino. Ma cosa è successo? Tutto si rifa ad un epiteto omofobo che Mariano Apicella ha rivolto a Malgioglio senza trovare, a detto della Regina Madre, la necessaria stroncatura da parte del presentatore. Ed ancora le uscite di Apicella sono alla base del ritiro di Harrow accusato di “essersi fatto doppiare per anni” durante la sua carriera discografica.

Al di là del fatto che di pettegolezzi del genere è piena la rete, e che parzialmente fu lo stesso Den qualche anno fa a “fare outing”, va censurata anche la contro-replica di Harrow che ha accusato Apicella di “avere una voce di m…”. E come se non bastasse ecco la sentenza di Divino Otelma che ha definito “tricheco” Valeria Marini la quale è peraltro alla base dell’abbandono di Rubicondi, offeso dalla nomination ritenuta un tradimento da parte dell’a questo punto ex amica. Insomma un vero quarantotto da cui la produzione cercherà di uscire in qualche modo ricorrendo alle riserve pronte a partire, e sulle quali vige ancora l’assoluto riserbo.

A questo punto la domanda è d’obbligo: l’Isola sta davvero sfociando nel trash più di quanto non sia già successo nelle ultime edizioni? Di sicuro le offese sono state eccessive e sono forse sfuggite di mano a produzione e presentatore ed è altrettanto innegabile che la pur originale innovazione del Cayo degli Eletti ha dato visibilità a cinque personaggi che non brillano certo per educazione, ma che non fosse un programma di educande lo si è sempre saputo, e lo sanno anche i partecipanti.

Il dubbio che alcune di queste mosse siano “strategiche”, per non dire mediatiche, rimane forte ma la spontaneità delle reazioni sembra escluderlo. Peccato perché la partenza della nuova Isola era stata incoraggiante, assai più di quella degli anni scorsi. Ma tutte queste polemiche in fondo non potranno che far impennare lo share.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche