E’ (quasi) ora delle gomme invernali

Attualità

E’ (quasi) ora delle gomme invernali

Ci si avvicina alla data fatidica in cui la legge impone l’obbligo di sostituire i pneumatici “normali” con quelli invernali (nel gergo tecnico si chiamano pneumatici termici). E’ bene fare chiarezza su come questi devono essere e come funzionano. Essi presentano un battistrada fitto di lamelle che col freddo si dilatano, facendo un “effetto ventosa”, garantendo così una maggior presa sull’asfalto e sulla neve. Di mescola tendenzialmente più morbida rispetto a quelli “normali”, rendono al meglio con una temperatura inferiore ai 7°C, ma fino a 12°C si può dire che garantiscono comunque un buon comportamento. Possono essere di misura leggermente inferiore rispetto a quelli che si hanno montati durante l’estate e con diverso codice di velocità, ma è necessario attenersi alle misure riportate sul libretto di circolazione del veicolo. E’ importante che sull’esterno del pneumatico vi sia il simbolo del cristallo di neve o delle montagne.

Un pneumatico invernale non è, come spesso si crede, solo ed esclusivamente per la neve, ma garantisce una miglior prestazione anche nelle altre situazioni.

Ovviamente sono, dal punto di vista legale, perfettamente sostituti delle catene: quindi o si hanno le catene a disposizione in auto, oppure si ha l’obbligo di montare questo genere di coperture, che al giorno d’oggi hanno raggiunto prestazioni notevoli.

Un pneumatico invernale sulla neve

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*