E’ sano variare l’alimentazione dei bambini?

Infanzia

E’ sano variare l’alimentazione dei bambini?

Variare significa ricercare, nel fare la spesa, la biodiversita', seguendo la stagionalita', infatti un frutto non è uguale ad un altro e cosi' sono differenti tra loro...

Variare significa ricercare, nel fare la spesa, la biodiversita’, seguendo la stagionalita’, infatti un frutto non è uguale ad un altro e cosi’ sono differenti tra loro anche gli ortaggi, le carni, il pesce, i formaggi.

Farsi guidare dalla curiosita’, garantisce il giusto apporto dei micronutrienti, ovvero delle sostanze presenti nei cibi in quantita’ minuscole, di cui il fabbisogno è basso ma fondamentale.
Per i prodotti confezionati, spaziare fra le varie proposte diventa un modo per scartare a priori l’accumulo di additivi, ovvero delle sostanze non nutrienti, non desiderabili per l’organismo, ma necessarie a garantire nel lungo periodo e a temperatura ambiente l’igiene delle produzioni industriali.
Ogni additivo è smaltito dal sistema renale che pero’, nei piccoli, non è ancora efficiente: limitare gli alimenti che hanno bisogno di conservanti e variare l’offerta significa percio’ salvaguardare la salute dei piccoli.

Il limone,
ad esempio, contiene molta vitamina C, necessaria anche ad agevolare l’assorbimento del Ferro, e non puo’ mancare in cucina, si acquista privilegiando le produzioni piu’ attente alla qualita’, in modo da poterne sfruttare anche l’aromatica buccia.

Si puo’ usare sulla macedonia, ma anche nelle spremute di agrumi, nel tè, nelle tisane e nell’acqua fresca, serve a condire le insalate e sul pesce, sulla carne favorisce l’assorbimento del ferro e quindi, con il rinnovo dei globuli rossi, contrasta la stanchezza e l’astenia dei bambini.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Anni '40
Donna

I capelli delle donne negli anni ’40

22 settembre 2017 di Notizie

Le ristrettezze economiche degli anni ’40 si rispecchiano per molte donne anche nella scelta di tagli corti e pratici come il caschetto. Chi può però non rinuncia a onde e ricci, anche fai da te.