E SE “VACANZE” NON FA RIMA CON “PIANTE”?

Piante e Giardino

E SE “VACANZE” NON FA RIMA CON “PIANTE”?

In questo periodo di “ponti” molti amanti del verde saranno partiti col pensiero delle loro amiche piante, sole a casa! Certo, il metodo più sicuro per ritrovarle in perfetta salute al nostro rientro è quello di affidarle a un vicino di casa, a un amico o a un parente. E quando ciò non è possibile? Ecco piccoli stratagemmi che si riveleranno molto utili (io li ho provati):

1) In estate porre le piante sul balcone, purchè questo riceva la luce solare unicamente al mattino, altrimenti le brucerà.

2) Prima di partire eseguire annaffiature abbondanti, in assenza dei sottovasi: l’acqua stagnante, infatti, espone le piante a malattie da funghi.

3) Sono in vendita presso i garden center (e questo è il sistema che preferisco), delle cannule che potranno essere introdotte per circa 3 cm nel terreno, mentre l’altra estremità pescherà in una bottiglia piena d’acqua.

4) Si può anche porre una carta assorbente per metà su un piano asciutto e per l’altra metà in una bacinella con dell’acqua.

Le piante saranno poste sulla parte asciutta, così da poter ricevere l’acqua di cui necessitano al bisogno.

A.Trentin

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche