Ebook, presto anche tra i banchi di scuola COMMENTA  

Ebook, presto anche tra i banchi di scuola COMMENTA  

L’affinità tra ebook e lettori italiani non è ancora molto elevata, tuttavia esistono già i primi segni di un progressivo miglioramento. Come sancito dal MIUR – Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca – infatti, a partire dal prossimo, anno sarà reso obbligatorio, per i libri di testo, il passaggio dalla tradizionale forma cartacea a quella mista.


Il cambiamento

Non si tratterà di un mutamento in senso assoluto, anche perché sarebbe controproducente e praticamente impossibile evolvere ogni libro di testo in formato ebook, quanto piuttosto in senso realtivo: certe pubblicazioni saranno edite in formato elettronico, altre no. Questo, come confermano gli esperti, è il modo migliore per maturare un nuovo approccio nei confronti del digitale e ampliare gli orizzonti dei giovani che, in questo modo, già abituati al digitale, ne faranno un uso molto più massiccio anche in futuro.


I vantaggi

Quando si parla di ebook, i pro sono inevitabilmente maggiori dei contro. Per prima cosa, i genitori non dovranno più affrontare le ingenti spese del tanto temuto “caro-libri”, dal momento che gli ebook vengono messi in commercio a prezzi molto più bassi. E questo, in un periodo in cui il risparmio è al centro di ogni attenzione, è certamente un punto degno di nota. In secondo luogo, non va dimenticato che la pubblicazione di un libro in formato digitale non comporta il minimo utilizzo di carta, evitando così il disboscamento e, nel caso in cui l’editore faccia uso di carta riciclata, le spese del riciclaggio. E, per finire, è indispensabile tenere conto del fatto che il digitale farà sempre più parte del nostro futuro, è inevitabile; certo, questo può piacere o non piacere, ma quando si tratta di libri, con tutte le tematiche del caso – niente carta, spese inferiori… – costituisce un piccolo ma significativo passo avanti.


Filippo Munaro

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. www.blog-news.it

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*