Ecco come fare la Zucca di Halloween

Attualità

Ecco come fare la Zucca di Halloween

La zucca di Halloween è un simbolo prettamente americano (data l’importanza che tale festa ha negli USA), ma che si sta diffondendo anche in Europa e in Italia. E’ infatti ormai più facile in questi ultimi anni, trovare delle feste a tema, delle serate apposite e degli angoli dedicati in supermercati, centri commerciali e negozi.

Di zucche ce ne sono di già confezionate, di plastica, di cartone, di legno…ma realizzarne una in maniera artigianale, magari col proprio bambino, è qualcosa che, oltre ad essere gratificante, consente di vivere e condividere qualche bel momento in compagnia del proprio figlio, fratello o nipote.

Ecco qualche indicazione per fare la zucca di Halloween.

MATERIALI E STRUMENTI NECESSARI

  • una bella zucca, il più possibile di forma regolare e abbastanza grande, che la si può trovare in qualsiasi supermercato o negozio di verdura
  • dei coltelli da cucina, taglierini o attrezzi da intaglio (attenzione a maneggiarli e non dateli ai bambini)
  • uno o due cucchiai
  • della carta, matite e pennarelli (eventualmente tempera per la finitura)
  • un lumino o una candela con il suo portacandela oppure una lampadina con presa elettrica (ma la candela è più bella e crea un effetto diverso, più piacevole)

ESECUZIONE

E’ utile prima fare un “buon progetto”: fare un disegno su carta di come si vuole realizzare la zucca di Halloween.

Dove mettere la bocca, il naso, gli occhi, in modo tale che si vedano bene le proporzioni. In seguito è utile disegnare col pennarello, sulla zucca stessa, la posizione della bocca, degli occhi, del naso.

Si lava bene la zucca e la si pulisce con uno straccio e si inizia poi a scavarla.

Per prima cosa si deve tagliare la parte superiore della zucca in modo orizzontale (in modo da togliere un disco in prossimità del gambo). Questo serve per ricavare lo spazio necessario per agire a scavare l’ortaggio, per svuotare e togliere tutta la polpa e i semi. Per fare questa operazione si utilizzano un coltello da cucina, utile per spezzettare la polpa e poi un cucchiaio per asportare i pezzetti e i semi.

Quando la zucca sara’ stata completamente svuotata, si prenderà il foglio di carta sul quale si è disegnata la bocca e la si ritaglia e, appoggiandola all’esterno della zucca, si traccia il contorno col pennarello (se già non lo si ha fatto prima a mano libera, ma bisogna essere bravi…in disegno). Seguendo il contorno disegnato, con il coltellino si intaglierà la scorza della zucca e poi dall’interno, premendo col dito, si toglieranno i pezzetti di zucca ritagliati (possibile anche fare 2-3 denti per simulare un ghigno perfido, come nella fotografia).

La stessa operazione la si ripeterà per gli occhi e il naso.

Per rendere ancor piu’ terrificante la nostra zucca di Halloween, si possono ripassare i contorni dei fori fatti per occhi, naso e bocca, con un pennarello nero (a punta grossa) o con la tempera nera.

Una volta terminato di intagliare la zucca, si inserirà sul fondo una candela o una lampadina con relativo filo elettrico ed eventuale interruttore.

Tre consigli importanti: Il primo è quello di non appoggiare la zucca su una superficie morbida, instabile, su tela o carta, ma su una superficie stabile e rigida in modo tale che la candela inserita possa avere stabilità senza creare eventuali problemi alle cose circostanti.

Il secondo è quello di fare attenzione a maneggiare la zucca, perchè, una volta svuotata, è più fragile e il rischio è che si possa rompere qualora dovesse cadere. Il terzo è quello di pensare agli occhi e al naso con forme geometriche semplici, tipo rombo, quadrato e triangoli: è più facile l’intaglio.

Buon divertimento!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Anni '40
Donna

I capelli delle donne negli anni ’40

22 settembre 2017 di Notizie

Le ristrettezze economiche degli anni ’40 si rispecchiano per molte donne anche nella scelta di tagli corti e pratici come il caschetto. Chi può però non rinuncia a onde e ricci, anche fai da te.