Ecco il più pericoloso sentiero del mondo COMMENTA  

Ecco il più pericoloso sentiero del mondo COMMENTA  

C’è un luogo in Cina, nell’est del Xi’an, sulla strada che porta alla vetta più alta del Monte Huashan. Si fa una bella scarpinata per arrivarci, ed è uno dei posti più pericolosi, ma ne vale la pena per poter visitare il luogo sacro che poggia sulla parte superiore.

La base della montagna si chiama Scale del Paradiso

I piccoli villaggi che supportano i templi sulle cime sono sorti negli ultimi anni

Una funivia vi porta alla base della cima sud.

Dopo che siete scesi dalla funivia, c’è un breve pezzo di sentiero.

Questo poi diventa sempre più stretto, fino a quando l’unico modo per attraversarlo è passare su sezioni di tavole. Non guardate giù!

Dovrete tenervi alla serie di catene e moschettoni che sono legati ai pali di metallo che sono martellati nella montagna.

Dovete solo avere fede che vi terranno.

Potreste incorrere in persone che stanno venendo giù dalla montagna, quindi l’unico modo per farli passare è sostenerli e lasciarli passare.

Ci sono bandiere che segnano il percorso in cui ci si trova.

L'articolo prosegue subito dopo

Gli altri percorsi vanno in altre parti della montagna.

Dopo un po’, la montagna inizierà a pendere e potrete iniziare a muovervi in una linea più diretta alla vetta.

Infine, l’ultimo tratto va verso la faccia della montagna. Ci sono dei buchi per appoggiarci i piedi.

La gente viene da tutto il mondo per rischiare su questa strada pericolosa, solo per vedere cosa li aspetta in cima.

Eccolo! La speciale casa del tè è a 2000 m. Che ne dite di una tazza ti tè ora?

Questo tempio con la sala del tè è solo uno dei tanti templi taoisti che si possono trovare su ciascuna delle cinque vette che compongono il Monte Huashan. I primi abitanti praticavano l’ascetismo e non viaggiavano. La loro meditazione quotidiana è stata anche accompagnata dal rito del bere il tè. Nel corso degli anni questo tempio si è trasformato in una sala da tè. Deve essere uno spettacolo impressionante!

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*