Ecco uno scoop: il “mal di testa da gelato” potrebbe contribuire alla ricerca di nuovi antidolorifici

Wellness

Ecco uno scoop: il “mal di testa da gelato” potrebbe contribuire alla ricerca di nuovi antidolorifici


Se mordere il gelato ti dà il mal di testa, è colpa di un afflusso di sangue alla testa.
Il mal di testa da gelato, il dolore provato quando si morde il gelato o un altro alimento molto freddo o bevande, ha sconcertato gli scienziati.
Potrebbe portare a nuovi trattamenti per altri tipi di mal di testa, tra cui l’emicrania.

Un grande convegno americano ha affermato che che il mal di testa è difficili da studiare – in parte a causa della loro natura imprevedibili.

Un ‘mal di testa da gelato’, tuttavia, può essere studiato in laboratorio, dall’inizio alla fine.
Per fare questo, i ricercatori della Harvard Medical School negli Stati Uniti, hanno tracciato il flusso di sangue al cervello, mentre la gente beveva acqua e ghiaccio o acqua tiepida.
Entrambi hanno bevuto con una cannuccia e dei volontari hanno segnalato quando il dolore è iniziato e quando è finito.
I risultati hanno mostrato che il dolore ha coinciso con una arteria chiamata l’arteria cerebrale anteriore aprendo e inondando il cervello con il sangue.

Il ricercatore di Harvard Jorge Serrador ha detto che il flusso del sangue potrebbe essere un meccanismo di auto-difesa, progettato per mantenere il cervello caldo.
Tuttavia, il flusso del sangue aumenta improvvisamente la pressione all’interno del cranio e provoca così il dolore.
Per evitare che la pressione raggiunga livelli pericolosi, l’arteria si restringe, portando la pressione verso il basso.
Si spera che una migliore comprensione del fenomeno, che è anche noto come Brain Freeze porterà a migliori cure per l’emicrania e altri tipi di mal di testa.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche