Edimburgo: il cimitero infestato da visitare

Viaggi

Edimburgo: il cimitero infestato da visitare

infestato
Edimburgo: il cimitero infestato da visitare

Edimburgo è una città nota per la sua storia, i suoi castelli e anche per i suoi cimiteri. Oggi ti portiamo alla scoperta di un cimitero infestato da visitare.

Edimburgo è una città scozzese nota soprattutto per i suoi cimiteri e quello di Greyfiars Kirkyard, è sicuramente uno di quelli maggiormente noti e visitati al mondo. Un cimitero talmente particolare da essere meta di molti turisti. E’ una delle attrazioni turistiche maggiormente visitate e amate al mondo. Una meta imperdibile non solo per gli amanti di questi luoghi, ma anche per i tanti turisti.

Il cimitero è talmente amato e così apprezzato per una serie di elementi mescolati insieme che lo rendono sicuramente unico per i tanti turisti che ogni giorno affollano questo luogo. Prima di tutto, bisogna dire che è un luogo romantico circondato da prati, alberi, ecc. Le pietre sono lì da tantissimo tempo e sono qualcosa di unico e raro. Le lapidi sono coperte da muschio, erba e sono talmente rovinate che non si possono più leggere. Visitare questo cimitero è come ritrovarsi in un romanzo stile horror dell’800. Inoltre, i colori autunnali danno al luogo qualcosa di unico e magico.

edimburgo-greyfriars-kirkyard-1024x725
E’ un cimitero molto storico. Risale addirittura al 500 ed è stato costruito su un vecchio convento francescano. E’ ancora più antico della chiesa che si trova all’interno. Da metà del 500 fino all’800, moltissimpersone sono state sepolte qui. Il cimitero è sede di grandi artisti, poeti, intellettuali, ecc. Il cimitero piace anche perché è un luogo ricco di dettagli macabri. E’ ricco di cose strane, particolari. E’ il simbolo della decadenza umana, della celebrazione della morte, espressa con uno stile artistico e diverso.

Sono moltissime le immagini, i simboli legati al mondo della morte. Sono presenti simboli quali tibie e teschi, il mietitore, angeli della morte, le clessidre alate, gli obelischi, ecc. Insomma, un luogo spettrale e davvero macabro.

cimiteri-scozia-edimburgo

Sono anche molto interessanti i dettagli, i simboli funebri per cercare di capirli e di decifrarli. Molto interessanti e particolari sono i mortsafes: ovvero le grate di ferro atte a proteggere i defunti dai ladri di cadaveri presenti nel territorio di Edimburgo. E’ considerato uno dei cimiteri, uno dei luoghi maggiormente infestati al mondo. E’ ricco di storie e di leggende. Puoi anche fare un tour guidato per scoprire le storie macabre che si celano al suo interno. La tomba considerata maggiormente macabra è quella di MacKenzie. Una entità che prende il nome di MacKenzie, appunto, che si palesa, si manifesta di notte ai molti turisti quando sono alla scoperta dei classici ghost tour notturni.

Un’altra storia interessante è legata a un cagnolino, ovvero Bobby. Alla morte del padrone, Grey, il cagnolino vegliò il corpo per ben 14 anni e divenne amato da tantissimi abitanti della città. Alla morte di Bobby, il cagnolino fu sepolto qui, all’entrata. Qualora veniste qui, ricordatevi di visitare la tomba di Bobby e del suo padrone. Il cagnolino continua a essere molto amato anche oggi, in quanto vi è una piccola statua all’ingresso del cimitero che lo raffigura. Una statua per ricordare e commemorare il cagnolino e tutti coloro che lo hanno amato. Insomma, un bell’itinerario da percorrere per conoscere questo cimitero, dai dettagli macabri, ma molto affascinante per chi ama vedere cose diverse.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...