Effetti dopo aver fumato l’erba

Fumare marijuana o “erba” colpisce il corpo in modo sia positivo che negativo, da quello fisico a quello mentale. Anche se molto è ancora in fase di apprendimento per studiare la droga, ci sono alcuni fatti certi sui suoi effetti che sono stati determinati.

Leggi anche: Narghilè: cos’è e come funziona


Fisico
Il THC, il componente della marijuana che produce una sensazione di “euforia”, agisce su recettori dei cannabinoidi del cervello per produrre i suoi effetti. Di solito entro 10 minuti dopo aver fumato la marijuana, i fumatori spesso sperimentano gli occhi iniettati di sangue e secchezza delle fauci, così come la voglia di mangiare.

Leggi anche: Come Usare gli Effetti su Snapchat


Mentale
Molti fumatori riferiscono che la loro memoria a breve termine diventa compromessa dopo aver fumato. Il senso del tempo può essere modificato anche, e il tempo di reazione rallenta.


Reazioni avverse
Alcuni fumatori sperimenteranno ansia o paranoia quando essi consumano la droga. Per periodi prolungati di fumo, i consumatori hanno segnalato un aumento delle malattie respiratorie.

L'articolo prosegue subito dopo


Effetti sulle donne
I consumatori di marijuana femmine hanno sperimentato cicli mestruali irregolari. Le donne incinte che fumano marijuana hanno partorito prematuramente o hanno avuto bambini con basso peso alla nascita e altri problemi di salute.

Effetti sugli uomini
I maschi che fumano marijuana prima della pubertà ritardano l’insorgenza. Una riduzione della produzione di sperma è stata riportata anche in forti fumatori di marijuana.

Finalità medicinali
La marijuana viene utilizzata più spesso per fornire sollievo sia al cancro e ai malati di AIDS, dando loro un appetito quando altri farmaci impediscono loro di mangiare o trattenere il cibo. La droga ha anche la capacità di alleviare i dolori che altrimenti potrebbero essere debilitanti.

Leggi anche

setto-nasale-deviato-operazione
Salute

Tempi ripresa operazioni naso setto deviato

Il naso può presentare il setto deviato e quindi necessitare di un intervento chirurgico. I tempi di ripresa e guarigione dipendono da diversi fattori. L’intervento per correggere la deviazione del setto nasale è a tutti gli effetti un’operazione chirurgica. Ciò vuol dire che richiede tempi di guarigione postoperatori che possono avere durata diversa, ma in genere mai meno di una quindicina di giorni. Per rimodellare un setto nasale deviato il chirurgo interviene non solo sulla parte mucosa e cartilaginea del naso, ma anche sulla porzione ossea. Quindi è del tutto normale che, successivamente all’intervento, il naso appare piuttosto gonfio e Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*