Elezioni M5s: R0gue_0, l'hacker che dice di aver violato Rousseau

Elezioni M5s: R0gue_0, l’hacker che dice di aver violato Rousseau

Politica

Elezioni M5s: R0gue_0, l’hacker che dice di aver violato Rousseau

R0uge_0
Elezioni M5s: R0gue_0, l'hacker che dice di aver violato Rousseau

Ancora una violazione sul database di Rousseau: con degli screeshot su Twitter l'hacker R0uge_0 afferma di aver violato il sistema

Il sistema di votazione per le primarie grilline, Rousseau, potrebbe essere stato violato. A dirlo è R0uge_0 che su Twitter posta diverse foto di votazioni, da lui effettuate sotto falso nome. Già ad agosto l’hacker aveva affermato di essere riuscito ad entrare nel sistema del Movimento 5 Stelle. E adesso, ad un giorno dalla chiusura delle primarie del Movimento, R0uge_0 dimostra di esserci di nuovo riuscito.

I tweet-prova dell’hacker

Sul suo profilo Twitter l’hacker R0uge_0 posta una decina di foto che confermano il suo voto a Luigi Di Maio, da tutti considerato il favorito delle primarie del Movimento. Gli screenshot postati sul social network evidenziano diversi voti assegnati proprio a Di Maio, ognuno dei quali effettuato sotto falso nome. Secondo alcuni, violare il sistema non sarebbe stato difficile grazie ad evidenti falle del sistema.

Proprio nel giorno delle votazioni, il sistema Rousseau aveva subito dei rallentamenti. Il Movimento aveva, quindi, deciso di prolungare il tempo delle votazioni.

Dal blog di Beppe Grillo il Movimento aveva poi tranquillizzato gli elettori sulla sicurezza di Rousseau, dicendo che i rallentamenti e il mancato funzionamento che era stato segnalato da alcuni elettori era dovuto alla grande affluenza ai voti. Qualcuno, però, già ipotizzava un attacco hacker.

Dopo la chiusura del voto, il Movimento rassicura sulla validità del sistema

Qualche ora dopo la chiusura del voto, prolungata fino a venerdì, il Movimento 5 Stelle aveva emesso una nota ufficiale dove affermava che “gli attacchi hacker, simili ai precedenti già effettuati su Rousseau, sono stati tutti respinti“. Il sistema Rousseau, hanno poi affermato i grillini “è una fortezza“.

Questa mattina anche Beppe Grillo ha pubblicato un post sul suo blog, dove blinda Rousseau. La votazione, ha confermato Grillo, è valida. “Abbiamo verificato – ha scritto Grillo – e la votazione si è svolta in regolarità. Nessuno dei voti ha subito manomissioni“. Proprio stasera, infatti, i risultati verranno resi pubblici, nel meeting ufficiale dei grilli che si tiene a Rimini.

Una falla nel sistema Rousseau?

R0uge_0 potrebbe aver alterato il database grillino, in modo da votare al suo posto, oppure modificare un voto già dato in precedenza.

Sarebbe sufficiente, riuscire ad accedere nel profilo e chiedere una modifica del numero di cellulare. L’hacker potrebbe aver usato questa strada: nessuno dei proprietari dei profili violati, inoltre, si sarebbe accorto dell’intrusione.

R0uge_0 ha dimostrato, più volte, di essere riuscito ad entrare in diversi siti. Tutto ciò, assommato alle problematiche che si sono già verificate nel sistema Rousseau nel corso delle votazioni e alla probabile vittoria di Di Maio, potrebbe far pensare che l’attacco hacker si sia davvero realizzato.

Un’altra ipotesi, infine, è quella della clonazione degli account degli iscritti. In questo modo l’hacker avrebbe potuto agire indisturbato e procedere alle votazioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche