Elezioni Meclemburgo, sconfitta Cdu, avanti gli estremisti di Afd COMMENTA  

Elezioni Meclemburgo, sconfitta Cdu, avanti gli estremisti di Afd COMMENTA  

elezioni germania afd

Le proiezioni per le elezioni regionali in Meclemburgo danno la formazione estremista Afd davanti alla Cdu della cancelliera Angela Merkel.

Le elezioni regionali in Germania, in Meclemburgo, potrebbero segnare un nuovo record negativo per il partito di Angela Merkel.

Leggi anche: Afd, Frauke Petry: in Germania politica migranti catastrofica

La Cdu si attesterebbe infatti attorno al 19,2%, addirittura al di sotto del 23% della consultazione del 2011. Davanti a tutti i socialdemocratici (Spd) con oltre il 30%. Secondo partito, con un percentuale compresa fra il 21,2 e il 21,4% (in base alle attuali proiezioni) sarebbe Alternativa per la Germania (Afd).

Afd è la formazione estremista che si caratterizza per posizioni, ad esempio, del tutto contrarie all’accoglienza dei migranti.

Alternativa per la Germania, se gli exit poll saranno confermati, potrebbe essere l’unico, fra i grandi partiti, ad avere registrato un incremento del consenso.

Peggiorerebbero infatti, in questo quadro, sia la Cdu (19,2% oggi contro il 23% del 2011), sia i socialdemocratici della Spd (30% oggi contro il 35,6% del 2011).

Leggi anche

messaggio_ricevuto
News

3 Dicembre 1992: 23 anni fa il primo sms della storia

Oggi si celebra il 23° “compleanno” degli sms. Infatti 23 anni fa, il 3 Dicembre 1992, veniva inviato il 1° messaggio della storia: “Merry Chrismas”, un auguro per il Natale ormai non troppo lontano. Lo spediva ad un collega un ingegnere inglese di nome Neil Papworth, che lavorava alla Vodafone. Ma non era ancora possibile inviarlo da un telefonino all’altro, così Papworth dovette usare il proprio personal computer. Si dovette attendere ancora un anno per fare altrimenti: lo fece un ragazzo finlandese, Riku Pihkonen, che era impegnato in uno stage alla Nokia. Il successo mondiale degli sms, in particolare tra gli adolescenti, si ebbe Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*