Elie Wiesel morto, chi era lo scrittore premio Nobel

News

Elie Wiesel morto, chi era lo scrittore premio Nobel

elie wiesel
elie wiesel

Morto Elie Wiesel, testimone dell’olocausto. Premio Nobel per la pace nel 1986, il suo libro La Notte resta uno dei documenti più importanti dell’evento.

È morto Elie Wiesel, scrittore ebraico e premio Nobel per la pace. L’autore si è spento in America a 87 anni, dopo una vita passata nell’impegno per le popolazioni ebraiche nel mondo. Sopravvissuto all’olocausto, Wiesel è considerato da molti il primo personaggio che abbia rotto pubblicamente il silenzio sulle torture e sul genocidio degli ebrei da parte dei nazisti durante la seconda guerra mondiale, aprendo la strada a tutte le rivelazioni e i resoconti di questi terribili eventi da parte dei sopravvissuti.

Wiesel ci lascia una sterminata produzione, inclusi 57 libri. Tra questi La Notte, il romanzo che racconta la sua esperienza personale nel campo di Auschwitz, scritto originariamente in yiddish. Storia piena di rabbia e dolore, il romanzo è stato considerato da molti una antitesi complementare al diario di Anna Frank.

Se Anna era piena di speranza nell’umanità e convinta che la pace avrebbe trionfato, Elie mise in mostra il lato brutale dell’olocausto, quello fatto unicamente di violenza, e la rabbia covata dalle popolazioni ebraiche, attraverso il suo personale percorso di dolore e crisi spirituale nel campo di concentramento.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche