Come eliminare placca e tartaro con semplici metodi: miscela fai da te
Come eliminare placca e tartaro con semplici metodi: miscela fai da te
Salute

Come eliminare placca e tartaro con semplici metodi: miscela fai da te

placca e tartaro

Placca e tartaro non sono solo inestetismi ma causa di molti problemi del cavo orale. Alito cattivo, carie, ascessi. Ecco un rimedio semplice ed efficace.

Una igiene orale perfetta è lo scopo di ogni persona che tenga alla propria salute e all’estetica del proprio sorriso. Placca e tartaro sono causa, purtroppo, di fastidiose macchie scure che possono portare ad alitosi, celare carie o condurre a problematiche anche più complesse. Quando la placca si unisce con i minerali presenti nella saliva, si trasforma in tartaro.

Igiene orale quotidiana contro placca e tartaro

La placca è una pellicola di colore bianco-giallo formata da un’insieme di batteri che si depositano e aderiscono tenacemente alla superficie del dente. Se non si spazzola con si trasforma in tartaro, ovvero placca mineralizzata. Esso è un deposito duro di colore giallo-marrone non più eliminabile con il normale spazzolamento. La placca e il tartaro sono costituiti da decine di specie batteriche che vivono grazie alle presenza degli zuccheri che vengono ingeriti. Questi batteri sono in particolare lo Streptococcus mutans e il Lattobacillus acidofilus.

Questi producono sostanze acide che causano la demineralizzazione dello smalto dentario. Altro non è che lo stadio iniziale della formazione di una cavità all’interno del dente, la carie.

Rimedi naturali contro placca e tartaro

Prima di ritrovarci a tremare sulla sedia del nostro dentista, ecco un rimedio semplice, naturale ed efficace che risolverà il problema in brevissimo tempo. Senza dimenticare che sottoporsi ciclicamente a detartrasi è comunque un’abitudine che non va persa.

Miscela fai da te

Per prenderci cura della nostra bocca e prevenire l’insorgenza di placca e tartaro, basta ricorrere a un mix di bicarbonato di sodio e sale. Ne sono sufficienti due cucchiaini. Occorre intingere lo spazzolino in questa miscela e procedere con il normale lavaggio dei denti. Spazzolare i denti sempre dal basso verso l’alto, per l’arcata inferiore, e dall’alto verso il basso, per quella superiore. Una volta terminato, si procede con il risciacquo.

I risultati si possono vedere già dopo le prime applicazioni. Si tratta di un trattamento alla portata di tutti, proprio perchè non complesso da realizzare. Se volete avere una conferma dal vostro dentista, comunque, l’avrete.

Rimedi contro la formazione della placca

Tra i rimedi della nonna che impediscono la formazione della placca ricordiamo la liquirizia e la mela. Le radici di liquirizia possono essere un alleato naturale contro la formazione della placca sui denti. Il loro contenuto di glicirrizina contrasta i batteri nocivi contenuti nel cavo orale. Ne riducono così la proliferazione. Inoltre, la liquirizia è efficace per trattare alcuni disturbi del tratto digerente. E’ conosciuto, difatti, che una buona digestione favorisce il risalire di acidi dallo stomaco verso il cavo orale. Per ultimo, l’azione abrasiva della radice di liquirizia riesce a tenere puliti i nostri denti. La frutta ci fornisce un contributo importante per la salute dei denti. Le mele aumentano la salivazione e aiutano a neutralizzare i batteri, causa della formazione della placca.

In generale, mangiare cibi croccanti e ricchi di nutrienti ci aiuta a eliminare meccanicamente la placca e a mantenere le gengive ben irrorate e sane.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche