Elisa, interrotto il concerto al nuovo polo culturale di Torino

Elisa, interrotto il concerto al nuovo polo culturale di Torino

Musica

Elisa, interrotto il concerto al nuovo polo culturale di Torino

elisa

Elisa ha dovto interrompere il suo concerto a Torino. La causa? dello spray al peperoncino, uno scherzo poco divertente. Aperta la caccia al responsabile

Festa interrotta a Torino. La serata inaugurale dell’ OGR, il nuovo polo culturale, è stata bruscamente fermata a causa di un gesto inaspettato che ha spaventato parte del pubblico presente. L’esibizione di Elisa, la cantante di Luce, è stata bloccata a causa dell’evacuazione dell’edificio

Spray al peperoncino

Sembrava qualcosa di grave, pizzicore alla gola e bruciore agli occhi, questi i sintomi del pubblico che sabato sera ascoltava Elisa in concerto. La cantante si è esibita dopo i colleghi Ghali e Giorgio Moroder per festeggiare insieme l’apertura del nuovo polo culturale di Torino. l’OGR. Poco più tardi di mezzanotte, la folla si è avviata verso le uscite,nel bel mezzo del concerto. La stessa cantante dal palco ha intimato di evacuare il posto con calma ma in fretta: “Forse è meglio che vi spostiate, tempo che capiscono che cos’è questa schifezza, ragazzi, perché non penso che faccia molto bene. Poi dopo capiamo come andiamo avanti, però non respiratela: uscite”

La causa dell’evacuazione è da attribuire ad uno spray al peperoncino , probabilmente spruzzato per divertimento da qualche giovane.

Nessuno si è accorto dell’autore dello scherzo, ma tutti hanno avvertito gli stessi sintomi e la direzione ha preferito far evacuare la zona.

Aperta la caccia al responsabile

“La stupidità di un singolo non ha permesso a centinaia di persone di godere il finale della nostra festa inaugurale- scrivono gli organizzatori- Per motivi indipendenti dalla nostra volontà siamo stati costretti ad interrompere lo spettacolo”, queste le dure parole espressa dalla direzione dell’OGR in un post comparso alle due del mattino sulla sua pagina Facebook. E continuando: ” Vi ringraziamo per aver collaborato a rendere l’evacuazione della sala rapida ed efficiente, in meno di 3 minuti; il piano di evacuazione ha perfettamente funzionato, senza scene di panico”

Alcuni presenti hanno dichiarato in alcune interviste di essere rimasti delusi dall’organizzazione della direzione. “Se ci avessero fermati tutti nel cortile, avrebbero preso il responsabile. Ora sarà a 20km da qui a farsi delle grasse risate!”, pare infatti, che il responsabile dell’accaduto non sia stato individuato ” In migliaia di persone ci siamo rovinati la serata.

Ed è andata bene che nessuno si è fatto male”

Nonostante sia tutto andato per il meglio, una ragazza si è sentita male e ha avuto bisogno del soccorso del 118. Per gli altri tutto sembra essere sotto controllo a parte qualche leggero fastidio alla vista e alla gola e una leggera nause. Sembra comunque tutto rientrato nella norma, tant’è che oggi l’edificio è rimasto aperto gratuitamente al pubblico per prendere visione e per continuare l’evento di inaugurazione dell’OGR

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche