Elkann: il lavoro c’è ma i giovani stanno bene a casa

Attualità

Elkann: il lavoro c’è ma i giovani stanno bene a casa

John_elkann_05_13_2011

Il Presidente della Fiat John Elkann ha incontrato gli studenti delle scuole superiori di Sondrio e ha risposto ad alcune domande che loro gli hanno rivolto sul lavoro e l’istruzione. Il numero uno del Lingotto ha le idee chiare su un punto: la disoccupazione giovanile, che in Italia sfiora ormai il 40%, è in parte determinata dal comportamento dei giovani. “Il lavoro c’è, ma i giovani non sono così determinati a cercarlo, perché da un lato non c’è una situazione di bisogno, oppure non c’è l’ambizione a fare certe cose”, dichiara Elkann. Il Presidente Fiat ha raccontato ai ragazzi le sue diverse esperienze professionali nell’industria automobilistica.

Un ragazzo gli ha chiesto perché ancora lavora, visto che potrebbe benissimo non farlo. E lui ha risposto che “è più interessante fare una vita in cui si è impegnato e si lavora con passione, piuttosto che una vita in cui si è in vacanza tutto il tempo, perché dopo un po’ ci si annoia”.

Elkann ha poi invitato i giovani a studiare con impegno, sottolineando che per chi volesse entrare in casa Fiat sono rilevanti, oltre ai voti, anche il carattere e il temperamento dei candidati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...