Emergenza neve: Abbruzzese scrive a Catricalà per sbloccare i fondi da destinare ai Comuni del Lazio

Economia

Emergenza neve: Abbruzzese scrive a Catricalà per sbloccare i fondi da destinare ai Comuni del Lazio

Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, ha scritto una lettera al sottosegretario Catricalà per sollecitare lo sblocco dei fondi da destinare ai Comuni del Lazio, utili a rientrare dalle ingenti spese sostenute in seguito all’emergenza neve che lo scorso mese di febbraio ha colpito tanti territori regionali. A sollecitare la richiesta dello sblocco definitivo è la necessità di molti comuni di liquidità per adempire le normali attività quotidiane, in particolare per intervenire immediatamente sulle opere di messa in sicurezza, sulle infrastrutture e sui trasporti. “Il Governo nazionale, anche tramite la Protezione Civile, in più occasioni ha garantito la copertura totale delle spese, stabilendo rimborsi preventivamente autorizzati in funzione dei costi sostenuti, relativamente alla fase di emergenza, per gli interventi sui servizi pubblici, sulle opere di messa in sicurezza, sulle infrastrutture e sui trasporti. Già i Sindaci – ha continuato Abbruzzese – stanno affrontando una serie di difficoltà tanto che questa situazione rischia di portare i Comuni sull’orlo del fallimento.

Non lo vogliamo e non lo possiamo permettere, anche in considerazione del periodo storico che stiamo vivendo e che vede tanti enti locali già in grave difficoltà economica, a causa della mancanza di risorse” – afferma Abbruzzese, rilevando di aver chiesto al sottosegretario alla Presidenza del Consiglio anche informazioni in merito alla richiesta alla Direzione generale della politica regionale della Commissione europea, avanzata dal Governo per conto di ben undici Regioni, per accedere ai contributi previsti dal Fondo di solidarietà europeo, entro i termini previsti dal regolamento comunitario, che indicava come scadenza dieci settimane dall’inizio dell’evento calamitoso. Il Dipartimento Istituzione e Territorio della Regione Lazio, fanno sapere dalla Regione – sta lavorando per decidere dove poter invece reperire altre risorse per assicurare un sollievo di respiro anche alle aziende. Alcuni fondi per le aziende sono stati già istituiti, come per esempio quello pari a 3milioni di euro a favore delle Pmi danneggiate e che si prevede svilupperà 30milioni di finanziamenti, il Fondo di Garanzia per le imprese agricole, attivato attraverso Unionfidi, pari a 2milioni di euro e allo stanziamento di 10milioni di euro che servirà a sostenere il potenziale agricolo attraverso il Piano di Sviluppo rurale.

“Su tutti questi fronti – ha concluso Abbruzzese – è importante che le istituzioni lavorino in perfetta sinergia. Vista le ingenti spese sostenute per consentire alle comunità locali di sopperire ai danni e di andare avanti nelle attività, non possiamo correre il rischio che i Comuni non vengano risarciti dei costi straordinari sostenuti e che vada in crisi l’intero sistema”. …continua.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*