Emergenza Terremoto? Aumenta l’accisa sulla benzina

Roma

Emergenza Terremoto? Aumenta l’accisa sulla benzina

Il terremoto oltre a segnare purtroppo i cittadini colpiti dalla sciagura ,ha beffato anche gli altri con l’aumento dell’accisa sul carburante del 2% fino al 31 Dicembre, come preannunciato profeticamente qualche settimana fa, tra le misure da adottare in caso di emergenza. Ma con il decreto approvato ieri, sono arrivate anche le polemiche, soprattutto delle regioni quali Toscana, Liguria e Piemonte che, secondo il Pd Vannino Chiti,”per contribuire a far fronte alle calamità naturali che le avevano colpite, avevano incrementato le accise sulla benzina di 5 centesimi, Nelle tre regioni i cittadini avranno addirittura un incremento di 7 centesimi al litro. Non è giusto, nè sostenibile”. Il decreto prevede anche “l’individuazione di misure per agevolare la ripresa dell’attività economica. in particolare sono previsti un credito agevolato sul fondo di rotazione Cassa depositi e prestiti e sul fondo di garanzia del Mediocredito centrale” In aggiunta sono previste anche misure per agevolare la delocalizzazione delle imprese produttive nei territori colpiti ( la Magneti Marelli sta provvedendo velocemente, forse ci guadagna pure?) , saranno rinviati a settembre i versamenti fiscali e contributivi in scadenza a giugno, comprese le rate dei mutui;le amministrazioni saranno poi “graziate”, si ma “entro certi limiti” dal patto di stabilità e solo per le spese di ricostruzione. Infine saranno erogati fondi per la ricostruzione di scuole, case, beni artistici e culturali.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...