Emilia Romagna, reati in calo ad eccezione dei furti in appartamento COMMENTA  

Emilia Romagna, reati in calo ad eccezione dei furti in appartamento COMMENTA  

Bologna, 9 mar. – Calano in Emilia-Romagna sia i reati contro le persone sia quelli contro la proprieta’, con l’unica eccezione dei furti in appartamento (tra quelli che, tuttavia, generano piu’ timore) che, in controtendenza, sono cresciuti quasi del 6% tra il 2009 e 2010.

Sono questi alcuni dei risultati contenuti nel XIV rapporto sulle “Politiche e problemi della sicurezza in Emilia-Romagna” che sara’ presentato in Regione lunedi’ nell’ambito di un convegno dedicato a “Reati, vittime e percezione della sicurezza”. Per quanto riguarda l’andamento dei reati, dal rapporto emerge che tra il 2009 e il 2010 (ultimo anno di cui sono disponibili i dati utilizzati e provenienti dal ministero dell’Interno) le rapine sono diminuite dell’11% mentre i furti sono in calo del 4%. Si tratta di una tendenza costante nel triennio 2007-2010 e che riguarda reati che annualmente toccano circa un 10% dei cittadini, in linea con i dati delle regioni piu’ ricche del Paese.

Tra i “reati violenti” crescono dello 0,7% le violenze sessuali (448 nel 2010, 445 nel 2009) mentre risultano in calo tutti gli altri dati: gli omicidi consumati sono diminuiti del 37,1% (22 quelli commessi nel 2010), quelli tentati del 18,3% (67), le lesioni dolose del 4,6% (5.282), le percosse del 4,3% (1.322).

Alessandra Massagrande

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*