Emirati Arabi: apre il Louvre di Abu Dhabi

Emirati Arabi: apre il Louvre di Abu Dhabi

Viaggi

Emirati Arabi: apre il Louvre di Abu Dhabi

Abu Dhabi

Il nuovo Museo del Louvre aprirà l'11 novembre ad Abu Dhabi. Creato dal famosissimo architetto Jean Nouvel, sarà un luogo di raccolta di culture diverse

Il progetto era iniziato nel 2007 e finalmente, dopo dieci anni esatti, possiamo dire che il Louvre di Abu Dhabi aprirà le sue porte l’11 novembre 2017. Il museo è nato dall’accordo tra Emirati Arabi e Francia, nonché dal progetto del famoso architetto francese Jean Nouvel.

I numeri

Abu Dhabi

Per la sua costruzione sono serviti dieci anni e un miliardo di euro, di cui 400 milioni sono stati pagati al Louvre (quello di Parigi) per l’utilizzo del marchio. Un prestito, quello del nome, che durerà per 30 anni e sei mesi, come stabilito dall’accordo intergovernativo tra Abu Dhabi e Parigi. L’organizzazione francese di esposizioni durerà per i prossimi quindici anni e i prestiti di opere d’arte per 10 anni.

Si tratta di una struttura incredibile. È praticamente una città-museo di 8600 metri quadri di estensione, coperta da una cupola di 180 metri di diametro. Su questa cupola sono incastonate 8 mila incisioni a forma di stella, che formano un intarsio particolare.

La luce, passando attraverso i fori, crea un effetto simile a quello dei raggi solari che filtrano tra i rami delle palme. Si viene a creare quindi un’illuminazione diversa in ogni ora del giorno e in ogni stagione dell’anno.

Un museo eclettico

Abu Dhabi

Un aspetto che caratterizza particolarmente il Louvre di Abu Dhabi è la giustapposizione di opere di culture e civiltà diverse. Non solo. Si spazia anche nel tempo, poiché potremo ammirare antichità egizie, come quadri di artisti contemporanei.

Importanti saranno i prestiti provenienti dai tredici maggiori musei francesi. Spiccano La Belle Ferronnière di Leonardo da Vinci proveniente dal Musée du Louvre, l’Autoritratto di Vincent van Gogh del Musée d’Orsay et de l’Orangerie, la statua di Apollo del Belvedere del Primaticcio prestata dallo Château de Fontainebleau e Napoleone che attraversa le Alpi di Jacques-Louis David proveniente dal Castello di Versailles.

Ma troveremo anche antichi panelli giapponesi e mobili dell’impero cinese.

Poi la Zingara di Edouard Manet e Composizione con Blu, Rosso, Giallo e Nero di Piet Mondrian e le installazioni monumentali di Ai Weiwei. L’artista italiano Giuseppe Penone ha realizzato per il Louvre Abu Dhabi Leaves of Light (un albero di bronzo con specchi sui rami) e Propagation (un muro di piastrelle in porcellana con cerchi concentrici disegnati a mano).

Un esplicito segnale di apertura lo si nota in una delle esposizioni permanenti: quella dedicata alle religioni universali. Qui infatti saranno esposti un Foglio del Corano Blu (così chiamato perché si tratta di una copia del X secolo con versi sacri in filigrana su pagine di pelle di colore blu), una Bibbia Gotica, un Pentateuco e testi del Buddismo e Taoismo.

L’isola di Saadiyat

Abu Dhabi

Il Louvre di Abu Dhabi sorge sull’isola di Saadiyat, cioè il futuro centro culturale del Paese. Sono in costruzione vari progetti commerciali, residenziali e turistici sull’isola.

Tra questi spiccano senz’altro il Museo Marittimo di Tadao Ando, il Centro Culturale Heydar Aliyev progettato dal gruppo di architetti inglesi Foster and Partners sotto la direzione di Norman Foster, un centro di arti visive progettato da Zaha Hadid. Infine, entro il 2018, dovrebbe aprire anche un nuovo Guggenheim Abu Dhabi, opera dell’architetto Frank Ghery.

Con questo distretto culturale di Abu Dhabi, il Medio Oriente si appresta a diventare una delle più importanti regioni emergenti al mondo per quanto riguarda la cultura contemporanea.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche