Energy drink sotto accusa COMMENTA  

Energy drink sotto accusa COMMENTA  

Una bevanda energetica è una bevanda analcolica contenente sostanze stimolanti tra cui glucosio, caffeina, taurina, guaranina e vitamine del gruppo B. Una bevanda creata appositamente per rifornire di energia il consumatore. Gli energy drink non vanno assolutamente confusi con gli sport drink, i quali non contengono stimolanti, ma solo sali minerali e carboidrati con un’unica funzione principale di reidratare. Il mercato di tali bevande ha avuto un’improvvisa impennata tra la fine degli anni ’90 e l’inizio degli anni 2000, grazie soprattutto a strategie di marketing precise: l’uso di nomi e packaging accattivanti, sponsorizzazioni di eventi e pubblicità attraverso i canali più disparati, destinate ad un pubblico giovane ed ai loro interessi, come sport, musica e vita notturna. Gli energy drink sono bevande energizzanti che si comprano tranquillamente al supermercato ma che contengono l’equivalente di diverse tazzine di caffè (fino a dieci), e quindi non possono essere considerate “normali”. Due lattine già fanno superare la soglia di tolleranza. I pediatri della Sip lanciano l’allarme in occasione del 68/mo Congresso nazionale sugli energy drinks: portano a rischi di sovrappeso e obesità per l’alto contenuto di zuccheri e  mettono in pericolo la salute del cuore e delle ossa dei ragazzi ancora in fase di crescita.

Leggi anche

About Chiara Cichero 954 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*