Ennesimo attacco alla sede di Libera di Borgo Sabotino COMMENTA  

Ennesimo attacco alla sede di Libera di Borgo Sabotino COMMENTA  

La sede di Borgo Sabotino dell’associazione antimafia “Libera” ha subito un furto da parte di ignoti. Si tratta dell’ennesimo attacco a un’associazione che si è sempre battuta contro ogni forma di criminalità organizzata. Se ne è accorto proprio ieri Antonio Turri, responsabile della regione Lazio, che ha trovato la porta socchiusa, la catena rotta – probabilmente con delle tronchesi – e tutto l’ufficio sottosopra.

Leggi anche: ZTL elettronici attivi a San Lorenzo dal 6 maggio


La particolarità del colpo, sta nel fatto che sono stati rubati manifesti e volantini che i ragazzi di libera distribuivano in questi giorni per fare luce sulle ultime attività criminose locali e per rendere noti gli effetti delle recentissime confische avvenute in città. E’ stato portato via anche un vecchio computer di proprietà del Comune, che l’associazione utilizzava come database.

Leggi anche: World press Photo: il giornalismo in foto

I carabinieri non hanno trovato impronte utili all’indagine, quindi si presume che i ladri abbiano agito coperti da guanti.

Le parole di Antonio Turri suonano forte e chiaro: “Il messaggio è arrivato ed è chiarissimo, ma noi non ci facciamo intimidire e non ci fermeremo.

Continueremo con maggiore forza le attività antimafia in questo territorio”.

Leggi anche

senzatetto-riconosciuta-a-roma
Roma

Giovane senzatetto avvistata a Roma non è Maddie McCann

Se n'è parlato tutto il giorno e poche ore fa finalmente il mistero è stato risolto. Il padre della giovane senzatetto che per molti assomigliava a Madeleine McCann, la bimba scomparsa in Portogallo nel 2007, ha riconosciuto la giovane; ma la sua identità non è quella di Madeleine: si tratta di Embla Jauhojärvi, una ragazza svedese di 21 anni che il padre ha spiegato soffrire della sindrome di Asperger. La giovane è stata fermata tra le strade del cento storico di Roma da diversi giornalisti, dopo che si era sparsa la voce della sua somiglianza con la bambina scomparsa nel Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*