Ennio Morricone chiede più che un flauto nelle scuole

Attualità

Ennio Morricone chiede più che un flauto nelle scuole

Le parole del maestro Andrea Battistoni al ‘Che Tempo Che Fa’ hanno suscitato un interesse maggiore di quello che si sarebbe mai aspettato. Il più giovane direttore d’orchestra della Scala, 24 anni, ha dichiarato da Fazio che se gli alunni non imparano la musica a scuola è colpa anche degli insegnanti e di quei flauti che si usano troppo spesso per imparare i rudimenti.

Ennio Morricone ha commentato l’intervista con una lettera diretta al Messaggero (http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=187639&sez=CONSIGLIDAUTORE), dove egli stesso si trova d’accordo con la soluzione flauto come primo piccolo passo nel vasto mondo della musica, ma aggiunge un argomento importante e caro al periodo che stiamo vivendo. Il premio oscar crede che per un insegnamento corretto serva una riforma, tanto per cambiare. Aveva già proposto l’argomento all’allora Ministro Luigi Berlinguer, ma come vediamo i consigli non sono stati raccolti.

Per la trasformazione servirebbero dieci anni tra i corsi per gli insegnanti e l’apprendimento del nuovo metodo, servirebbe anche del materiale come una trentina di dischi miliari in ogni scuola e servirebbero anche i fondi per realizzare tutto ciò.

Emblematiche le ultime frasi che riportano alla situazione attuale dell’economia, al divario tra Germania e Italia, una sorta di spread musicale:

«In Germania ogni famiglia suona Bach con il flauto dolce e il pianoforte o addirittura il clavicembalo, cantando e leggendo gli spartiti. Quella è la vera nazione musicale, non l’Italia».

La musica è finita.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Andrea Paolucci 2642 Articoli
Andrea Paolucci è l'autore di WUH! - Gorilla Sapiens Edizioni http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/wuh
Contact: