Equo canone di affitto dei fondi agricoli della “Granda” adeguato in rialzo dell’1%

Attualità

Equo canone di affitto dei fondi agricoli della “Granda” adeguato in rialzo dell’1%

Mercoledì 26 settembre, in ottemperanza dall’articolo 10 della legge 203/82 “Norme sui contratti agrari”, si è svolta a Cuneo nei locali della Provincia la commissione tecnica provinciale per la determinazione dell’equo canone di affitto dei fondi rustici, durante la quale si è deciso di aumentare dell’1% il coefficiente di adeguamento. Al tavolo erano presenti i rappresentanti degli affittuari e della proprietà fondiaria, oltre ad esponenti delle tre principali organizzazioni agricole, dell’Agenzia del Territorio e ai dirigenti della Provincia di Cuneo.
La decisione è stata presa dopo un’approfondita e intensa discussione tra le parti e considerando, oltre ai criteri previsti per legge, anche e soprattutto le variazioni subite dagli indici Istat relativi ai prezzi dei prodotti agricoli (+8,2%) e dei beni acquistati dalle aziende del settore primario (+6,3%).
“Il risultato ottenuto è frutto di un prezioso lavoro di mediazione tra le parti – dice Isabella Moschetti, rappresentante della Proprietà Fondiaria della provincia di Cuneo -.

Ritengo che un aumento, seppur minimo, era necessario, considerato l’aumento del costo della vita e l’impennata delle tasse che i proprietari devono versare all’Erario con l’introduzione dell’Imu sui terreni agricoli e sui fabbricati strumentali. In altre province piemontesi si sono avuti ritocchi in rialzo anche dell’1,5%, mentre nella vicina Lombardia l’aumento si è aggirato tra il 2% e il 2,5%”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche