Gli errori del bucato: ecco quali sono e come evitarli

Curiosità

Gli errori del bucato: ecco quali sono e come evitarli

bucato

Il bucato è sicuramente una incombenza domestica che ci riguarda almeno una volta alla settimana. Se non addirittura tutti i giorni per le famiglie più corpose. Fare il bucato può sembrare un’operazione al giorno d’oggi molto semplice, ma nella realtà non è del tutto così. Per fare correttamente il bucato non si tratta solo di mettere i panni nella lavatrice e premere un tasto… Non ci credete? Ecco i gli errori più comuni che vengono commessi quando si lavano i panni in lavatrice. Gli accorgimenti che vi segnaliamo vi consentiranno di non rovinare né capi né lavatrice. Ma daranno un contributo consistente anche al vostro risparmio in bolletta!

1. Chiusura lampo

cerniera

Quando lavate i panni insieme a uno o più capi che hanno una zip, come un paio di jeans o una felpa, fate attenzione a non lasciare la zip aperta. Al contrario la zip potrebbe agganciarsi agli altri tessuti e rovinarli completamente.

2.

Costume da bagno

costume

I costumi da bagno sono realizzati con dei tessuti che si prestano molto poco al lavaggio in lavatrice. Il lavaggio meccanico può infatti danneggiarli facendo perdere al capo la forma e elasticità. Per questo motivo è sempre meglio lavare i costumi da bagno a mano.

3. Ammorbidente

ammorbidente

Brutte notizie per gli amanti dell’ammorbidente! Lavare gli asciugamani utilizzando questo prodotto li rende senza dubbio più morbidi. Ma ne diminuisce al contempo la capacità di assorbimento dell’acqua… Ovvero riduce quella che dovrebbe essere la loro funzione primaria!

4. Lavare la lavatrice

ded0a2dfee9934350750563a299435ec-800x536

Se notate che lavatrice è sporca, allora essa sarà sicuramente meno efficace anche durante il lavaggio del vostro bucato. Per pulirla e disinfettarla correttamente basta fare un lavaggio “a vuoto” ogni tanto. Fate quindi partire la lavatrice senza vestiti nel cestello e adoperando solo acqua e aceto.

Bucato: consigli e suggerimenti preziosi

5. Troppo caldo

etichetta

Guardate attentamente le etichette dei capi prima di procedere al loro lavaggio.

Non sempre, infatti, è necessario lavare tutto in acqua calda. Il lavaggio in acqua tiepida contribuisce a trattare il bucato in maniera più delicata, senza danneggiare la forma e il tessuto dei capi. Inoltre, cosa non da poco, anche le vostre bollette ne trarranno beneficio! Ricordate poi che alcuni tessuti particolarmente delicati, come la lana e la seta, vanno sempre lavati in acqua fredda. Unica eccezione è quando siete malati e volete lavare i vostri capi in lana con acqua calda per eliminare germi e batteri.

6. Lavaggi senza pause

Bright clothes in laundry basket, on color background

Lavare i vostri panni facendo un bucato a poca distanza uno dall’altro garantisce una maggiore efficacia. Questo metodo si rivela migliore piuttosto che lasciare l’elettrodomestico “in pausa” per un tempo lungo. Meglio dunque approfittare dell’acqua e dell’ingranaggio ancora ben caldi.

7. Troppa candeggina

candeggina

Se siete abituati a usare la candeggina quando fate il bucato, dovete sapere che questo prodotto ha dei limiti. Esso infatti non è proprio la scelta ideale per la consistenza e il colore di un gran numero di tessuti. Sappiate poi che alcuni studi hanno dimostrato che i bimbi che crescono in una casa dove c’è una scarsissima presenza di batteri e polvere (dovuta a un’eccessiva pulizia e all’uso di detergenti chimici) sono più soggetti a sviluppare allergie. E anche ad avere problemi collegati al sistema immunitario.

8. Calzini che spariscono

calzini

Spesso ci domandiamo come mai calzini spariscono mentre facciamo il bucato… Presto detto! I calzini tendono a infilarsi negli angoli nascosti della lavatrice, ad esempio sotto il cestello. Inoltre la cosa danneggia sia il macchinario sia i capi da lavare. Pertanto prestate maggiore attenzione la prossima volta… Noterete che non sparirà più nessun calzino!

Ogni tessuto deve essere lavato in maniera appropriata

9. Biancheria per il letto

piumone

La biancheria per il letto, come le lenzuola o le federe, dovrebbero essere lavate almeno due volte, dopo un normale lavaggio, solo con acqua. Questo dà la sicurezza che i capi escano completamente puliti e senza residui di sapone.

10. A ogni tessuto il suo lavaggio

Fate il vostro bucato con capi dello stesso colore, ma anche dello stesso tessuto. Il cotone ha bisogno di un certo tipo di lavaggio, che sarà diverso dai capi sintetici. Così come si differenzia dalla biancheria intima e dai capi delicati in generale.

11. Giacche in piuma d’oca

Se avete bisogno di lavare in lavatrice giacche in piuma d’oca, non scordate di inserire nel cestello alcune palle da tennis. Questo aiuterà i capi a mantenere la loro forma!

12. Troppo detersivo

Lavare i panni usando troppo detergente porterà a una maggiore produzione di schiuma. E quindi anche di più acqua per il risciacquo. Durante il lavaggio, la lavatrice “vede” la schiuma come fosse sporco. Per far sì che questo non rovini i vostri capi e non vi faccia consumare troppa energia, usate meno sapone.

Piccoli errori da evitare

13. Arieggiare la macchina

Per mantenere la lavatrice pulita ed evitare la formazione della muffa, è buona abitudine lasciarla aperta per qualche ora. Incombe infatti il pericolo che nelle parti che rimangono umide dopo il lavaggio si possano formare funghi e batteri. Per non parlare del cattivo odore… Per cui, da adesso in poi, lasciate lo sportello semiaperto per un po’ dopo il lavaggio. In questo modo l’interno si asciugherà bene e ne guadagnerete anche in salute.

14. Strofinare troppo i capi

strofinare

Non è vero che strofinare i capi all’infinito contribuisce a togliere le macchie in maniera più efficace. Al contrario, questo gesto, se ripetuto troppo convulsamente, non fa altro che rovinare il capo ancora di più! Inoltre strofinando il tessuto, la macchia si espande ancor di più. È più corretto invece versare direttamente sulla macchia un detergente appropriato. Potete anche verificare in internet le istruzioni specifiche per rimuovere correttamente ogni tipo di macchia, ad esempio il vino rosso, il caffè eccetera.

15. Ammorbidente naturale e alternativo

Al posto dell’ammorbidente chimico comprato al supermercato, potete utilizzare prodotti naturali come l’aceto o la menta. Rispetterete l’ambiente e le vostre finanze!

Siamo certi che con questi consigli intelligenti e facili da eseguire potrete fare il vostro bucato in completa sicurezza. Risparmierete tempo, energie e anche denaro. Inoltre i vostri capi dureranno molto di più a lungo. Condividete questi preziosi consigli con chi pensate possa averne bisogno!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche