Esame di stato Avvocato

Guide

Esame di stato Avvocato

La professione di avvocato è da sempre una delle più ambite nel nostro Paese, anche se il percorso per diventarlo non è affatto agevole e scontata come molti pensano. Dopo il praticantato presso uno studio legale (con durata di diciotto mesi) arriva l’ostacolo dell’esame di abilitazione, che per molti rappresenta un vero e proprio “spauracchio”. Gli esami prevedono lo svolgimento di tre prove scritte ed una orale. La prima prova consiste nella redazione di un parere motivato su una materia di diritto civile, la seconda in materia penale e la terza di diritto giudiziario, che possa dimostrare la conoscenza, da parte del candidato, di elementi di diritto sostanziale e processuale in una materia a scelta tra diritto civile, penale ed amministrativo.

Nella prova orale, invece, il candidato dovrà discutere brevi questioni relative a sei materie di studio. Per essere ammesso alle prove orali bisogna ottenere il punteggio minimo di trenta in ognuna delle tre prove scritte. Per quanto concerne la correzione degli elaborati, questi vengono corretti in una Corte d’Appello di un distretto pari al proprio nominata dal Ministero. Questo a garanzia di una maggiore trasparenza ed imparzialità.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...