Esodati: Fornero contro tutti

Roma

Esodati: Fornero contro tutti

Fornero sola contro tutti. Gli esodati sono 400 mila, i salvati solo 65 mila; del suo decreto, firmato 10 giorni fa, nessuna traccia, nè pubblicazione ufficiale. L’unico modo per salvare la faccia è quello di dare la caccia ai responsabili della diffusione della Relazione Inps, secondo i quali sono 390.200 le persone che rischiano di perdere capre e cavoli, ovvero lavoro e pensione. Così l’inarrestabile Fornero attacca furiosamente l’Inps, definendo il documento “parziale e non spiegato” e la sua relativa diffusione “scelta irresponsabile per danneggiare il Governo”, come se fosse questo l’interesse dell’ente previdenziale! Poi, al parossismo del delirio aggiunge che se l’Inps fosse un ente privato i vertici verrebbero “sfiduciati” in quanto “c’è chi gioca al massacro”. Ovviamente la veemenza oratoria ha fatto saltare la mosca al naso al presidente Inps Mastrapasqua che rimanda il boomerang al mittente, evidenziando la frustrante impotenza della ministra, che istituzionalmente è l’organo di vigilanza Inps e non il contrario.

L’unico dato di fatto certo è che il Governo si è pilatescamente lavato le mani degli “esodati” e adesso Fornero come Calimero, piccolo e nero, si trova da sola contro tutti, massacrata pure dai colleghi ( pesanti le accuse di Brunetta) senza che nessuno la difenda , nè in parlamento, nè tra i sindacati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche