Esperienza di gioco di un giocatore di 42 anni

Videogiochi

Esperienza di gioco di un giocatore di 42 anni


“Era abbastanza chiaro, fin dalla tenera età, che mi piacevano i videogiochi, iniziando con l’Atari 2600 posso ancora ricordare che rimanevo sveglio tutta la notte per realizzare milioni di punti con un amico, passandoci il controller di tanto in tanto per permettere all’altro di riposare un pochino, mentre giocavamo a un videogioco chiamato Laser Blast. A quei tempi il termine “giocatore” non era ancora stato inventato.

Con il passare del tempo, ho giocato a videogiochi su altre console, il Commodore 64, il Sega, il Nintendo, la PlayStation, fino al mio primo PC, dove ho iniziato a giocare a Diablo e a Star Craft, entrambi creati da Blizzard Entertainment. Non ricordo come mi sono imbattuto in questo gioco, benché penso risalga più o meno al periodo in cui lavoravo per CompUSA.

Il videogioco era un gioco di ruolo dark fantasy rilasciato a dicembre del 1996. C’erano tre classi tra i quali scegliere: Guerriero, Mascalzone e Mago.

Ricordo me e mio fratello giocare come guerrieri, mentre un amico giocava come Mago. C’erano sedici livelli ed era ambientato nel fittizio Kingdom of Khanduras. Attraverso i livelli e l’uccisione di mostri, si ottenevano tesori e, in alcuni casi, degli oggetti magici che potenziavano il vostro personaggio; inoltre, si guadagnava esperienza che aumentava il vostro livello e i poteri, per aiutarvi a raggiungere l’obiettivo principale. Quest’ultimo consisteva nell’entrare all’inferno nel 16°livello e uccidere Diablo, un potente demone.

Mio fratello, i suoi amici e io abbiamo trascorso molto tempo insieme e spesso tutta la notte, talvolta fermandoci solo per andare a lavoro. Questo è stato certamente il gioco che mi ha reso un giocatore, nel senso odierno del termine. Così tanto che sto aspettando l’uscita di Diablo 3 a maggio 2012. Ho giocato anche a Star Craft 2, che è stato rilasciato quasi 2 anni fa. Non giochiamo più a Diablo, ma prima dell’uscita di Star Craft è capitato che ci giocassimo di tanto in tanto.

Mentre attendiamo l’imminente uscita di Diablo III, abbiamo già controllato che il nostro PC sia aggiornato e in grado di reggere il gioco.

Mio fratello si è occupato di aggiornare il computer, in modo che sia pronto non appena il videogioco arriverà nei negozi. Solo un altro giorno aspettando l’arrivo dell’ultimo gioco nella vita di un giocatore.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche