Esperienza di un giocatore: come ha scoperto di essere dipendente dai videogiochi - Notizie.it

Esperienza di un giocatore: come ha scoperto di essere dipendente dai videogiochi

Videogiochi

Esperienza di un giocatore: come ha scoperto di essere dipendente dai videogiochi


“Ho giocato a diversi tipi di giochi di ruolo, di azione, di avventura, puzzle, di strategia, side-scroller e sparatutto. La mia prima console è stata il Super Nintendo. Ho battuto Donkey Kong in un’ora, con scorciatoie che ho scoperto. Dopo alcuni anni, mi sono interessato ai giochi per computer e ho iniziato a giocare a Final Fantasy VII. C’erano tre dischi di gioco. Sul primo ho trascorso oltre 101 ore, cercando di essere sicuro di aver ottenuto tutto. E’ stato più o meno allora che mi sono reso conto del tempo che stavo investendo sui videogiochi.

Con il passare degli anni, ho iniziato a lavorare. Tutto quello che facevo era lavorare e giocare con i videogiochi. Mi ha aiutato a calmare la mia iperattività e a rilassarmi. Mi giustificavo dicendo che risparmiavo soldi giocando a videogiochi, anziché spenderli per andare al cinema o a mangiare fuori.

Mi sono poi interessato ai giochi di ruolo multi-giocatore online.

Ho iniziato a spendere $15 al mese per giocare a Final Fantasy XI. Più tardi sono passato a World of Warcraft. Ho pensato che $15 fossero meglio di $20 per un film.

Durante il periodo in cui ho giocato a World of Warcraft, lavoravo di notte. Dalla domenica al venerdì lavoravo dalle 10 alle 7 e giocavo dalle 7:15 alle 2. Il sabato mattina smettevo di lavorare alle 7 e giocavo a World of Warcraft dalle 7:15 del mattino alle 8 di sera. Dormivo per cinque ore, per poi alzarmi e giocare dall’una fino a domenica pomeriggio. Ho fatto così per tre anni, prima di rendermi conto che passavo più tempo a giocare che a lavorare.

Amici e perenti hanno iniziato a chiamarmi dipendente e, in uno sforzo di provare loro che si sbagliavano, ho deciso di misurare il tempo che passavo a giocare con i videogiochi. Ho dovuto affrontare la scioccante verità.

Ogni settimana giocavo a World of Warcraft per 74 ore, oltre a lavorare full time. In totale, nei tre anni della mia dipendenza, facevano 1004 ore di gioco. A quel punti, mi sono reso conto di essere dipendente dai videogiochi.

Ho iniziato a limitare il tempo trascorso davanti alla console. All’inizio, è stato difficile. Mi sono costretto a uscire di casa per fare altre cose, anche solo per fare un giro al centro commerciale. Non riuscivo a stare seduto a mangiare schifezze e giocare a videogiochi: stavo sprecando la mia vita.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche