Esperimento con uova e dentifricio COMMENTA  

Esperimento con uova e dentifricio COMMENTA  

Questo esperimento è stato progettato per dimostrare come il fluoro protegge il calcio contenuto nei gusci d’uovo contro gli effetti di rammollimento degli acidi. Il dentifricio al fluoro ricoprirà un uovo, o parte di un uovo che verrà poi immerso nell’aceto per diverse ore. L’aceto ammorbidirà la parte del guscio senza dentifricio, mentre la parte coperta da dentifricio rimane dura. L’azione del aceto sul guscio d’uovo è simile all’azione degli acidi che si formano dagli zuccheri e dei batteri sullo smalto dei denti non protetti.

Fase 1

Applicare uno strato di dentifricio di almeno mezzo cm di spessore ed eliminare le bolle d’aria. Lavare e asciugare un altro uovo a temperatura ambiente e non ricoprirlo di dentifricio; questo è il vostro uovo di controllo.


Fase 2

Posare su un cucchiaio le due uova e metterle sul fondo di un barattolo o un bicchiere.Versare l’aceto bianco nei bicchieri, una quantità sufficiente a coprire le uova. Fare in modo che le uova non galleggino, ma restino sul fondo. Lasciare le uova senza muoverle, nell’aceto per 7 ore.


Fase 3

Si formeranno delle bolle sul guscio dell’uovo non protetto mentre è in ammollo nell’aceto. Questo è il risultato del gas diossido di calcio che si forma dalla reazione dell’acido contenuto nell’aceto con il carbonato di calcio contenuto nel guscio d’uovo. La placca dentale crea degli acidi che dissolvono il calcio dello smalto nello stesso modo, anche se più lentamente.


Fase 4

Utilizzare un mestolo forato per rimuovere le uova con cura dalla aceto. Sciacquare il dentifricio dall’uovo. Lavare delicatamente anche l’uovo di controllo. Asciugare delicatamente entrambe le uova. Toccate i gusci: quello è stato protetto dal fluoro contenuto nel dentifricio sarà ancora duro, mentre il guscio dell’uovo di controllo sarà molto morbido e fragile. Se non lo è, rimetterlo in aceto fino a quando non lo diventea (almeno 5).

Fase 5

Il dentifricio al fluoro ha protetto il guscio d’uovo dall’acido dell’aceto, mentre nelll’uovo di controllo l’aceto ha agito sul calcio e ne ha intaccato il guscio. Se si desidera ampliare questo esperimento, provare a rivestire un altro uovo con dentifricio senza fluoro, oppure immergere altre due uova in acqua semplice.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*