EstOvest Festival – 19 ottobre/9 dicembre

Musica

EstOvest Festival – 19 ottobre/9 dicembre

Nuova e ricca di prime esecuzioni mondiali, l’undicesima edizione della rassegna EstOvest – organizzata dall’associazione Xenia Ensemble – privilegia quest’anno la contaminazione tra vari generi, il contemporaneo e il popolare, e diverse forme espressive, il suono e la parola.
Dal 19 ottobre al 9 dicembre UNDICI APPUNTAMENTI – a Torino, a Savona e nella provincia di Cuneo – DIECI SEDI – tra cui il Museo Egizio, il Circolo dei Lettori a Torino, il Filatoio a Caraglio e la Fondazione Bottari Lattes a Monforte d’Alba – DODICI ARTISTI di fama internazionale.

GLI ARTISTI E IL PROGRAMMA

In apertura, il 19-20 ottobre, VIETATO SUONARE, un progetto ideato e scritto da Monica Luccisano sul tema della censura musicale nel mondo. Al tema sarà anche dedicato un incontro-dibattito, giovedì 18 ottobre, dal titolo “Censure dei nostri tempi”.
Da puro quesito culturale, il tema scelto per l’incontro di inaugurazione è diventato un fatto di cronaca. L’associazione Xenia Ensemble, quest’anno, non ha, infatti, potuto produrre e realizzare un progetto dedicato alla musica dell’Azerbaijan e alle sue relazioni con la pizzica salentina per la censura messa in atto dall’Ambasciata dell’Azerbaijan.

Il 26-27 ottobre PROGETTO NOR ARAX e MKHITAR KETSSYAN, uno fra i più ricercati cantori e musicista di kamantcha, presentano un viaggio a ritroso nella musica armena, dai nostri giorni a Sayat Nova, il più celebre dei trovatori del quale ricorre il 300° anniversario dalla nascita.

Prosegue, poi, con l’esplorazione dell’area del Nilo la serie di CUSHION CONCERTS, i “concerti sul cuscino”: gli spettatori sono invitati ad attrezzarsi di cuscino per trovare, in ambientazioni inusuali e suggestive, un comodo giaciglio e ascoltare le storie tratte da “Le Mille e una Notte” e le musiche egiziane.

Il 17 novembre, alla Casa del Quartiere di Torino, con replica a Savona il 25 novembre, è in programma un incontro di letture e improvvisazione musicale, in collaborazione con Alma Teatro, le donne della moschea egiziana di San Salvario e il musicista iraniano Arash Yari; il 19 novembre, al Museo Egizio, attraverso la proposta di musiche di compositori originari dell’Uganda, Sudan e Egitto, Xenia Ensemble disegna un viaggio lungo il Nilo, dalla sorgente alla foce.

Il 23 novembre è in programma un omaggio a John Cage, l’artista che più di qualsiasi altra figura del ‘900 ha fatto della libertà artistica una vera missione personale.

Il cartellone si chiude, infine, l’8-9 dicembre con un omaggio all’Irlanda di tre dei musicisti folk irlandesi più famosi nel paese – Matt Cranitch, Jackie Daly e Eoin O’Riabhaigh – che si uniranno a Xenia Ensemble in un programma di musiche folk e contemporanee.

Anche quest’anno lo Xenia Ensemble rivolge la sua attenzione all’aspetto didattico della musica attraverso un programma di concerti per le scuole: gli appuntamenti del ciclo “EDUCAZIONE ALL’ASCOLTO” sono stati, infatti, pensati per stimolare l’interesse verso diversi stili di musica, non ultima la musica di oggi, nella speranza di contribuire a creare il pubblico del futuro.
Gli istituti coinvolti: scuola primaria Rayneri, scuola media La Morra, scuola media Pola, Istituto Musicale Civico di Saluzzo.

EstOvest è un punto di riferimento internazionale per le avanguardie musicali.

La rassegna è stata ideata dall’Associazione Xenia Ensemble con l’intento di presentare al pubblico compositori e musiche poco conosciute e provenienti da pesi lontani.
Nel corso degli anni EstOvest ha portato in Italia artisti illustri come l’azera Franghiz Ali Zada (compositrice e pianista), la cinese Liu Fang (solista di pipa), l’inglese Rosemary Hardy (soprano), l’inglese David James (controtenore), il palestinese Khaled Jubran (suonatore di oud e buzuq e compositore), lo svedese Jorgen Petterson (sassonofonista), il cingalese Rohan de Saram (violoncellista), la francese Elena Vassilieva (soprano), l’inglese Sarah Leonard (soprano), l’uzbeko Dmitri Yanov-Yanovsky (compositore) e l’iraniano Peyman Yazdanian (compositore e pianista).

La rassegna è organizzata con il sostegno della Compagnia di San Paolo, che ha selezionato l’iniziativa nell’ambito dell’edizione 2012 del bando “Arti sceniche in Compagnia” e il patrocinio di Regione Piemonte e Comune di Torino.

INFO
www.xeniaensemble.it
Tel: +39 011 8124881
Mail: info@xeniaensemble.it

PROGRAMMA

Giovedì 18 ottobre, ore 18 – Torino, FitzLab, via Aosta 8
Sabato 20 ottobre, ore 18.30 – Serralunga d’Alba, Fondazione Mirafiore, via Alba 15
Censure dei nostri tempi

Incontro-dibattito sullo stato della censura nelle arti.

Intervengono:
Eilis Cranith, musicista e presidente Associazione Xenia Ensemble
Monica Luccisano, autrice di “Vietato Suonare”
Sergio Bestente, editor per la casa editrice Edt
Antonio Armano, giornalista e autore di “Fahrenheit 621” (Aragno Editore)
Modera Ugo Bacchella, presidente Fondazione Fitzcarraldo

Venerdì 19 ottobre, ore 21 – Torino, CineTeatro Baretti, via Baretti 4
(ingresso: intero 10 euro, ridotto 8 euro)
Sabato 20 ottobre, ore 20.30 – Serralunga d’Alba, Fondazione Mirafiore, via Alba 15
(ingresso libero)
Vietato Suonare

Xenia Ensemble, quartetto d’archi
Davide Livermore, voce recitante
Stefano Pierini, elaborazione elettronica
Ideato e scritto da Monica Luccisano
Musiche di Steve Reich

Venerdì 26 ottobre, ore 21 – Torino, Circolo dei Lettori, via Bogino 9
(ingresso: intero 10 euro, ridotto 8 euro)
Sabato 27 ottobre, ore 17.30 – Monforte d’Alba, Fondazione Bottari Lattes, via Marconi 16
(ingresso libero)
I Gousan d’Armenia. Suoni e parole da Sayat Nova ad oggi

Ensemble Progetto Nor Arax
Mkhitar Kettsyan, voce e kamantcha
Musiche di Limondjian, Khatchaturian, Babadjianian, Andriassian, Komitas, Berberian, Sardaryan
Testi di: Mandel’stam, Varujan, Ciarenz, Sayat Nova

Sabato 17 novembre, ore 21 – Torino, Casa del Quartiere, via Morgari 14
(ingresso libero)
Cushion Concert: Storia di Dalila la furba da “Le mille e una notte”

Improvvisazioni di Arash Yari, percussioni
Elena Ruzza, Eman Askar e Nagwa El Gazawy, voci recitanti
Adattamento del testo: Francesca Bellino, Gabriella Bordin
Coordinamento: Gabriella Bordin
In collaborazione con Associazione Almateatro

Lunedì 19 novembre, ore 20.30 – Torino, Museo Egizio, via Accademia delle Scienze 6
(ingresso: intero 10 euro, ridotto 8 euro)
Cushion Concert: Le vie del Nilo

Xenia Ensemble, quartetto d’archi
Musiche di Tamsuza, Osman, Mattar

Venerdì 23 novembre, ore 21 – Torino, CineTeatro Baretti, via Baretti 4
(ingresso: intero 10 euro, ridotto 8 euro)
Omaggio a John Cage

Xenia Ensemble, quartetto d’archi
Musiche di John Cage, con videoproiezioni

Domenica 25 novembre, ore 17 – Savona, Teatro Sacco, via Quarda Superiore 1
(ingresso: intero 10 euro, ridotto 8 euro)
Storia di Dalila la furba da “Le mille e una notte”

Improvvisazioni di Arash Yari, percussioni
Elena Ruzza, Eman Askar e Nagwa El Gazawy, voci recitanti
Adattamento del testo: Francesca Bellino, Gabriella Bordin
Coordinamento: Gabriella Bordin
In collaborazione con Associazione Almateatro

Sabato 8 dicembre, ore 21.30 – Torino, Folkclub, via Perrone 3/bis
(ingresso: intero 10 euro, ridotto 8 euro, tessera Folkclub 5 euro)
Domenica 9 dicembre, ore 17.30 – Caraglio, Filatoio, via Matteotti 40
(ingresso libero)
L’Irlanda tra folk e contemporaneo

Xenia Ensemble, quartetto d’archi
Matt Cranitch, violino
Jackie Daly, organetto
Eoin O’Riabhaigh, pipes
Musiche tradizionali irlandesi e di S.

Carlile e M. O’Suillebhain

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche